Bitcoin: apre il primo negozio in Italia per acquistarli

0
17
Questo post è stato pubblicato da this site

Compro Euro

Si chiama Comproeuro, e il gioco di parole si rivela appena varchi l’ingresso: è il primo negozio italiano di Bitcoin, aperto a Rovereto (via Rialto 21) lo scorso weekend. Porti gli euro e in cambio ricevi bitcoin al cambio attuale. Per ora si limita a vendere gadget e bitcoin-card di valore non superiore a 100 euro, che con la madre di tutte le criptovalute vicino ai 10 mila euro, non sono che spiccioli. Ma col tempo, se il Bitcoin continuasse la sua rincorsa, potrebbero diventare un tesoretto o, alle brutte, un ricordo tangibile di questo “Innominabile attuale” (cit. Roberto Calasso). Un po’ come le tessere telefoniche lo sono state degli anni 90.

Ma se il Bitcoin manterrà le sue promesse sul lungo periodo, Comproeuro dovrebbe diventare una sorta di cambiavalute, dove chiunque potrà acquistarne a norma di legge. Anche se una legge, per ora, non c’è. “Ci adegueremo alle norme più restrittive dei cambiavalute” – spiega Marco Amadori, ceo di inbitcoin, tra i promotori dell’iniziativa: in pratica per acquistare più di 50 euro di bitcoin ci si dovrà registrare con un documento valido ed è previsto un limite all’approvvigionamento di card da parte di una singola persona. Così, tanto per far intendere al resto del mondo che i bitcoin non sono la nuova frontiera di Gomorra, ma una valuta alternativa che può esistere nel rispetto della legge e del fisco. Il negozio è gestito da bmanity s.r.l. , startup diretta da Federico Monti, fondatore della rete di imprenditori NUIT, e vede la partecipazione di alcuni commercianti e bitcoiner della zona (il Trentino è molto attivo in fatto di criptovalute, ndr).

L’idea di dare un corpo (fisico) al Bitcoin, che – è bene ricordarlo – è una valuta virtuale, è propedeutica alla sua diffusione. Una card da conservare nel portafogli, per chi non vive di pane e hi-tech è più rassicurante di una lunga stringa “alfanumerica” custodita in un’app del cellulare. E da Comproeuro si potranno anche acquistare gadget, libri e kit legati all’universo bitcoin. Ma soprattutto i clienti potranno rivolgersi ai commessi/evangelist per sapere cosa diavolo è un Bitcoin, come si usa e perché nel giro di pochi anni è passato da zero a 10 mila euro, mentre istituzioni finanziarie ben più solide crollavano. Un po’ come quando si va all’Apple Store (o in banca, se preferite).

The post Bitcoin: apre il primo negozio in Italia per acquistarli appeared first on Wired.