Cloud e digitale al Wired Next Fest 2018

0
9
Questo post è stato pubblicato da this site

CLOUD WNF
Intelligenze artificiali, blockchain, internet delle cose: il digitale e il cloud sono le due porte d’accesso al futuro. In che modo sfruttarle? Potrete scoprirlo all’interno del Wired Next Fest, venerdì 25 maggio, dalle 9:30 alle 13:30 presso i Giardini Montanelli. Quella mattina nel Cyborg Stage Wired organizza in collaborazione con Ibm Cloud of Innovation, con un susseguirsi di panel e speech e, per finire, un super robot che cucinerà il pranzo.

La mattinata, dopo il caffè di rito i saluti e l’introduzione iniziale del direttore di Wired Italia, Federico Ferrazza, inizierà con Alessandro Volpe, vicepresidente per l’Italia di IBM Cloud. E da qui in poi sarà immersione profonda, con casi pratici, per capire come le tecnologie si stanno susseguendo oggi, in un momento storico particolarmente frizzante e a suo modo caotico.

Alle 10:30 Volpe spiegherà perché il cloud è la porta che conduce alla trasformazione digitale e perché la blockchain è spesso accostata alle parole “nuova catena di valore”. Il caso Barilla sarà, infine, la cornice pratica alla teoria.

Alle 11:15 Show man, una storia italiana di successo è il panel affidato al fascino narrativo di Marco Balich, direttore artistico nonché uno dei più grandi produttori di Cerimonie Olimpiche al mondo.

Per raccontare in modo accessibile come e perché le tecnologie stanno cambiando le aziende in tutti i loro processi, dalla ricerca alla vendita, passando quindi per i modelli di business sempre più raffinati e innovativi, c’è bisogno di cogliere l’essenza di nuove competenze. Compito affidato a 4 diversi panel che, per 15 minuti ognuno, condurranno verso la fine della mattina, dalle 11:35 alle 12:35 circa.

Il primo di questi tratterà le nuove competenze richieste dalle nuove tecnologie. Mauro Fanelli, Ceo di Mixed Bag, si concentrerà invece sullo sviluppo di giochi e come questo si concatena con gli skill richiesti nel prossimo futuro. Altrettanto farà Cristina Fompowou di Ibm, questa volta spostando il focus sullo sviluppo di robot. A chiudere il cerchio il panel Wow, posso farlo anche io? insieme allo specialista cloud di Ibm Najla Said, a cui spetta il compito di rendere ancora più semplice tutto ciò di cui si è parlato.

L’esempio de La Rinascente è stato scelto come caso pratico per restituire alla platea, su scala reale, come il cloud viene impiegato in una realtà aziendale.

Alle 12:45 Alessandro Volpe e lo chef Tommaso Arrigoni porteranno la tecnologia in cucina. Il sistema di Ai Watson di Ibm dimostrerà come si ottiene la ricetta perfetta. Il tema culinario e l’orario conducono al Networking lunch, previsto a partire dalle 13:30.

Per partecipare basta prenotarsi scrivendo a wiredcloud@condenast.it

The post Cloud e digitale al Wired Next Fest 2018 appeared first on Wired.