Bojack Horseman, 5 cose da ricordare prima della quinta stagione

0
63
Questo post è stato pubblicato da this site
Bojack
Il memoir
Secretariat
Il deserto
La figlia

Il 14 settembre arriva su Netflix la quinta stagione di Bojack Horseman. La serie animata, incentrata sul cavallo dai comportamenti umani del titoli (la cui voce è dell’attore Will Arnett), è una delle produzioni più amata dai fan del genere e non solo: con il suo immaginario strampalato e pittoresco riesce infatti a costruire un percorso esistenziale molto complesso, compensando le idiosincrasie dei suoi personaggi con una buona dose di introspezione ed empatia, anche con un pizzico di critica sociale e mediatica. Ecco allora un breve riepilogo per prepararsi in vista dei nuovi episodi.

1. Bojack

Bojack-Horseman-5

In un mondo in cui esseri umani e animali antropomorfi convivono in grande tranquillità, Bojack Horseman è un attore cinquantenne che ha vissuto un periodo di grandissima popolarità negli anni Novanta grazie alla sitcom Horsin’ Around, in cui interpretava un cavallo che decide di adottare tre orfani. Dopo quell’exploit, però, l’attore si ritrova sfaccendato e senza prospettive, infilandosi nel tipico percorso delle celebrità hollywoodiane che si consumano in un tunnel di disperazione e dipendenze (di cui lui non è nemmeno del tutto consapevole), e sviluppando un carattere respingente e disilluso.

Attorno a lui si aggirano una serie di personaggi più o meno altrettanto disagiati, con cui instaura rapporti ambivalenti di amicizia e repulsione: c’è Todd, un disoccupato ingenuo e sfaccendato che è arrivato a casa di Bojack dopo un party cinque anni prima e non se n’è mai andato; Princess Carolyn, una gatta, è l’agente dell’attore, disperatamente alla ricerca di un modo in cui fargli avere successo ma anche di regolare la propria vita; Diane è una ragazza umana dalle forti convinzioni femministe che di lavoro fa la giornalista e la ghostwriter; infine Mr Peanutbutter, un attore labrador dal carattere solare che Bojack considera da sempre come la sua nemesi.

2. Il memoir

Nel tentativo di risollevare la propria carriera, Bojack assume Diane affinché scriva il suo memoir. Mentre rivela alla ragazza i suoi ricordi e la fa assistere alle vicende più assurde della propria quotidianità (fra cui un party andato male, un alterco con un marine, il ritorno della sua ex co-star Sarah-Lynn, bimba prodigio bruciata da Hollywood), l’attore inizia a provare dell’affetto per Diane, che però ha una relazione proprio con il suo rivale Mr Peanutbutter.

Per impressionare la donna, Bojack arriva addirittura a rubare la D (ovvero la sua iniziale) dalla scritta “Hollywood” sulle colline di Los Angeles. Nel frattempo Diane conclude il memoir, che però non convince Bojack, il quale litiga con lei e la licenzia. Ma il successo di critica e pubblico che il libro riceve (e anche un lunghissimo trip allucinogeno indotto da varie droghe) lo convincono a ritornare sui suoi passi e a chiederle scusa. All’attore viene proposto di lavorare in un film su un personaggio che ha sempre sognato di interpretare, il cavallo da corsa Secretariat, ma si accorge anche di aver perso al contempo tutte le relazioni importanti della sua vita.

3. Secretariat

Per prepararsi al meglio al suo ruolo in Secretariat, Bojack decide di adottare un atteggiamento propositivo e positivo nei confronti della vita, cosa che dura poco, anche perché la morte di Herb (l’autore di Horsin’ Around che lui ha tradito rimanendo nella sitcom anche dopo il suo licenziamento) lo fa riunire con gli ex attori della serie e riapre un viaggio nei rimorsi. Nel frattempo Bojack inizia una relazione con una gufo femmina di nome Wanda, appena risvegliatasi da un coma di 30 anni, ma le cose si mettono male quando capisce di provare dei sentimenti per lei.

Al contempo Diane e Mr Peanutbutter hanno una serie di scontri, anche perché la giornalista vuole andare a Cordovia, uno stato dilaniato dalla guerra, per scrivere di un carismatico milionario filantropo di nome Sebastian St. Clair. Delusa dall’esperienza, ma non volendo ammettere il fallimento, va a stare a casa di Bojack, mettendo definitivamente in crisi la sua relazione con Wanda. Lui decide allora di fare visita alla sua vecchia fiamma Charlotte, ritrovandola dopo tanti anni realizzata e con una famiglia; al suo ritorno, poi, scopre di essere stato sostituito in Secretariat da una controfigura in Cgi.

4. Il deserto

Bojack è impegnato, sebbene controvoglia, nella promozione di Secretariat, che esce nelle sale e riscuote un enorme successo. Da parte sua Diane scopre di essere incinta e, d’accordo con Mr Peanutbutter, decide di abortire anche se accidentalmente pubblica in tweet in cui fa intendere che la star teenager di cui sta scrivendo la biografia, Sextina Aquafina, sia in realtà quella che abortirà: il caso suscita polemiche ma lancia anche la carriera della giovane. Nel frattempo Todd si riconcilia con l’ex fidanzata Emily, la quale però deve nascondergli di essere stata a letto con Bojack.

La notizia di una (finta) candidatura agli Oscar per Bojack e il fallimento di un reboot di Horsin’ Around non fanno che inasprire i suoi rapporti con chi gli sta in torno, in particolare con Princess Carolyn, che viene licenziata per non esser riuscita a procurargli delle parti importanti. Nel frattempo Todd, nonostante abbia scoperto la relazione di Emily con Bojack, si riconcilia con lei dovendo ammettere però di essere asessuale, mentre Diane inizia a scrivere per un blog femminista e Mr Peanutbutter si candida a governatore della California.

Dopo una lunga sessione di droghe consumate insieme, Bojack vede morire di fronte ai suoi occhi Sarah-Lynn. Decide allora di partire da solo verso il deserto, dove assiste a una immagine piena di significato (un gruppo di giovani cavalli selvaggi che corrono in libertà), mentre vediamo una cavalla adolescente tentare di contattarlo.

5. La figlia

Le vite di tutti continuano: Diane si ambienta nel suo nuovo lavoro, Mr Peanutbutter gestisce in modo assurdo la sua campagna elettorale, Todd è sempre preso con le sue mille disavventure mentre Princess Carolyn considera di farsi una famiglia col suo nuovo fidanzato, il topo Ralph. Nel frattempo Bojack si è ritirato nella vecchia casa della madre Beatrice in Michigan, stimolando ricordi sulla tragica vita della donna.

Todd incontra Hollyhock, una giovane cavalla adottata da sette cavalli gay in una relazione poliamorosa, ma che si crede essere in realtà la figlia illegittima di Bojack: padre e figlia fanno visita a Beatrice, ormai in stato di avanzata demenza senile e decidono quindi di prenderla in casa, pentendosene subito dopo.

Attraverso i confusi ricordi dell’anziana, si ricostruisce il passato dei genitori di Bojack: sposatisi contro la volontà dei genitori ma pieni di speranze e sogni, Beatrice e Butterscotch diventano ben presto disillusi sul proprio futuro, iniziano a bere e sfogano le proprie frustrazioni sul piccolo Bojack; nel frattempo Butterscotch ha una relazione con la loro cameriera, Henrietta, ma Beatrice li convince a dare in adozione la figlia che ne nasce, ovvero proprio Hollyhock, che è quindi la sorellastra e non la figlia di Bojack. Mentre Diane affronta l’infelicità del suo matrimonio con Mr Peanutbutter, Princess Carolyn, dopo la rottura con Ralph e una serie di enormi insuccessi, propone l’idea di una nuova serie tv, Philbert, su un solitario poliziotto inviato nel futuro, il cui protagonista sarà proprio Bojack.

The post Bojack Horseman, 5 cose da ricordare prima della quinta stagione appeared first on Wired.