The Winds of Winter, cosa sappiamo del prossimo romanzo di George RR Martin

0
65
Questo post è stato pubblicato da this site

martin

L’ultima dichiarazione dell’acclamato autore George RR Martin arriva un po’ come una beffa. A margine degli ultimi Emmy Awards, dove Game of Thrones (ovvero la serie Hbo tratta dalla sua saga letteraria delle Cronache del ghiaccio e del fuoco) ha vinto l’ennesimo premio come serie dell’anno, lo scrittore si è lasciato andare ad alcuni commenti su The Winds of Winter, l’attesissimo suo prossimo romanzo: “Ci sto lavorando e speravo di aver finito già quattro anni fa, ma io sono lento e il libro è molto complesso“, ha ammesso. “In più ci sono un sacco di distrazioni là fuori“, riferendosi anche al party Hbo dcui ha partecipato quella sera.

L’attesa per il sesto capitolo della serie delle Cronache ha assunto anch’essa una dimensione leggendaria: secondo le varie ricostruzioni e le dichiarazioni dello stesso Martin, cinque capitoli del nuovo libro erano stati completati già nell’estate 2010, ma la scrittura riprese solo nel 2012, dopo gli impegni per la promozione di A Dance with Dragons, uscito nel frattempo nell’estate 2011. Negli anni successivi Martin ha lavorato a volumi paralleli (come Il mondo del ghiaccio del fuoco e le novelle de Il cavaliere dei Sette regni), continuando a leggere nuovi capitoli durante incontri pubblici o pubblicandone stralci sul proprio sito web. Al giugno 2016 ben 11 capitoli sono stati anticipati in qualche modo, con punti di vista appartenenti a Victarion, Aeron, Tyrion, Barristan, Arianne, Theon, Mercy (Arya) e Alayne (Sansa).

Secondo quanto traspare da questi capitoli e dalle intenzioni di Martin, The Winds of Winter porterà le vicende dei personaggi di Westeros molto più a Nord, introducendo anche gli Estranei (in questo senso, è stato chiaro già negli anni passati che paradossalmente la serie tv Game of Thrones ha ormai già superato narrativamente i libri da cui è tratta). Avendo escluso molto materiale dal precedente A Dance with Dragons, Martin ha dichiarato che aprirà il nuovo libro “con due grandi battaglie di cui avevo posto le basi, quella del Nord e quella di Meereen alla Baia degli schiavi“. Nel 2016 ha poi ribadito il clima generale delle nuove storie: “È da 20 anni che vi dico che l’inverno sta arrivando. È il periodo in cui le cose muoiono, e il freddo e le tenebre riempiono il mondo. Molti dei personaggi si trovano in momenti molto neri, le cose dovranno andare molto molto male prima di migliorare“. Spazio sarà dato anche al personaggio di Aegon, probabilmente discendente perduto dei Targaryen.

Quando l’ottava stagione di Game of Thrones debutterà la prossima primavera su Hbo, sapremo praticamente come si concluderà la guerra per il Trono di spade. Ovviamente i libri potrebbero discostarsi ampiamente dalla trama raccontata in tv e soprattutto tireranno le fila di tutti i personaggi e gli archi narrativi tagliati dall’adattamento televisivo. Resta ancora da capire quando saranno mai pubblicati. Fra l’aprile e l’agosto 2018 Martin ha ribadito ufficialmente che The Winds of Winter non uscirà entro l’anno, mentre sarà con tutta probabilità preceduto da Fire and Blood, la storia della dinastia Targaryen. Ma se anche uscisse nel 2019 o nel 2020, l’attesa non sarà comunque conclusa: già nel 2012 Martin si è reso conto della quantità di materiale ancora a disposizione, aggiungendo dunque ai suoi piani un nuovo volume, A Dream of Spring, ultimo tomo su cui non ha ovviamente ancora iniziato a lavorare. E questo crea ancora più preoccupazione per i fan dello scrittore 70enne e della sua saga: ne vedremo mai la fine?

The post The Winds of Winter, cosa sappiamo del prossimo romanzo di George RR Martin appeared first on Wired.