Perché la news di un film su Breaking Brad è un brutto trip

0
226
Questo post è stato pubblicato da this site

Breaking Bad Hollywood Reporter ha dato la notizia che tutti i fan di Breaking Bad aspettavano (o temevano): nei prossimi mesi, negli stessi luoghi in cui è stata girata la serie originale, inizieranno le riprese di un film legato al mondo di Walter White.
Le informazioni al riguardo sono ancora scarse, le uniche certezze sono il coinvolgimento di Vince Gilligan, reduce dalla firma di un accordo di tre anni con la Sony Pictures Television, e la connessione, non si sa ancora di che tipo, con l’universo di Breaking Bad.
Dunque, dopo il prequel dedicato a Saul Goodman, Better Call Saul, l’universo creato da Vince Gilligan continua ad espandersi, ma fino a che punto ha senso farlo? Il rischio è quello di rendere ciò che fino ad oggi è un capolavoro del piccolo schermo un insensato franchising.

Basti pensare a quello che sta succedendo con Game of Thrones: visto l’immenso successo della serie tv, la Hbo ha iniziato a mettere in cantiere vari progetti in modo tale da sfruttare l’interesse dei fan per il mondo creato da George R. R. Martin, ma quanti saranno all’altezza dell’originale? Vale veramente la pena rischiare di rovinare la reputazione di una serie di qualità per sfruttare fino all’ultima goccia la popolarità acquisita?
Se da un lato associare il nome di una serie tv di successo a un nuovo prodotto può essere garanzia quantomeno di visibilità, allo stesso tempo c’è l’annosa questione del confronto con l’originale. In molti casi si tratta di un’eredità ingombrante.

L’effetto nostalgia piace a tutti e, quando in Better Call Saul è apparso Gus Fringe, ai fan di Breaking Bad si è stretto il cuore. Però Better Call Saul ha dimostrato di essere un’ottima serie anche senza, Fringe e tutto il carrozzone di Breaking Bad. Il prequel dedicato al più discutibile degli avvocati, infatti, ha avuto i suoi momenti migliori con la messa in scena di situazioni nuove come il denso e complicato rapporto tra Jimmy e suo fratello Chuck o tra Jimmy e Kim, personaggi che non appartengono alla serie originale e hanno regalato a quella su Saul Goodman una sua cifra stilistica.

Gilligan ha dimostrato di avere le capacità per andare oltre Breaking Bad, continuare a lavorare sul solco della serie che gli ha dato il successo più che essere una scelta facile, può rivelarsi limitante per la sua creatività.

The post Perché la news di un film su Breaking Brad è un brutto trip appeared first on Wired.