Vombati, ecco perché fanno la cacca a cubetti

0
382
Questo post è stato pubblicato da this site
vombati
(foto: JJ Harrison/Wikimedia Commons)

Sono famosissimi per le loro feci, perfettamente a forma di cubo. Si tratta dei vombati, piccoli marsupiali erbivori originari dell’Australia, conosciuti appunto come unica specie al mondo in grado di produrre piccoli escrementi cubici. Una strana forma che da tempo ha incuriosito il mondo scientifico, ma che finora non era riuscito a spiegarne il motivo. Ma ora, durante la conferenza annuale dell’American Physical Society Division of Fluid Dynamics ad Atlanta, un team di ricercatori della Georgia Institute of Technology è riuscito finalmente a svelarne il mistero, capendo il perché gli escrementi dei vombati assumono una forma così bizzarra. Una scoperta questa, spiegano i ricercatori, che potrebbe essere potenzialmente utile anche per nuovi metodi di produzione di tessuti molli.

Patricia Yang, ingegnere meccanico che studia l’idrodinamica dei fluidi nei corpi degli animali, e il suo team di ricercatori erano curiosi di sapere come le differenze nei processi digestivi e nelle strutture dei tessuti molli dei vombati potessero spiegare la strana forma dei loro escrementi. “La prima cosa che mi ha incuriosito è che non ho mai visto nulla di così strano in biologia”, ha spiegato Yang. “All’inizio non credevo nemmeno che fosse vero. Poi ho cercato su Google e ho trovato molte informazioni sulla cacca a forma di cubo del vombato, ma ero scettica”.

vombati
(Foto: P. Yang and D. Hu/Georgia Tech)

Per capirlo, Yang e il suo team hanno studiato il tratto digerente di due vombati della Tasmania, vittime di incidenti stradali. Dalle osservazioni, i ricercatori hanno notato che nel tratto finale dell’intestino, le feci cambiano dallo stato liquido a quello solido, sottoforma di piccoli cubi, separati tra loro, di circa 2 centimetri.

Un cambiamento di forma, spiegano i ricercatori, che sarebbe dovuto alle peculiari proprietà elastiche delle pareti intestinali di questi animali. Infatti, svuotando l’intestino e gonfiandolo con un palloncino, i ricercatori hanno scoperto che la tensione locale variava dal 20% agli angoli del cubo al 75% ai suoi lati, suggerendo che l’intestino di questi animali si allunga in modo preferenziale alle pareti per permettere così la formazione dei cubi.

Ma perché proprio questa forma così bizzarra? Avendo una vista molto scarsa, i vombati per comunicare tra loro e segnare il territorio ammucchiano in vere e proprie pile le loro feci in posti sopraelevati, per esempio vicino a tronchi, rocce e piccoli rilievi. Pertanto, è fondamentale per questi animali che i loro escrementi non rotolino via.

“Molte idee, alcune più divertenti di altre, sono state finora avanzate per spiegare questo fenomeno, ma finora nessuno ne aveva mai studiato la causa: questa è stata una collaborazione fantastica che mostra il valore della ricerca interdisciplinare per fare nuove scoperte scientifiche”, spiegano i ricercatori. Questo studio, infatti, potrebbe fornire preziose informazioni sia nel mondo della biologia che in quello dell’ingegneria meccanica. “Finora avevamo solo due metodi per produrre tessuti molli con forme cubiche: li modelliamo o li tagliamo”, ha spiegato Yang. “Ma ora possiamo imparare dai vombati e avere anche questo terzo metodo da applicare al processo manifatturiero per renderlo molto più efficiente”.

The post Vombati, ecco perché fanno la cacca a cubetti appeared first on Wired.