Auto elettriche, 250 nuove colonnine di ricarica a Torino (ma non solo)

0
133
Questo post è stato pubblicato da this site

Enel X installerà 250 colonnine elettriche a Torino

L’Italia si aggiorna e Enel X, la divisione dell’azienda multinazionale che si occupa di energia, sta per installare 250 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici nella città di Torino in accordo con l’amministrazione comunale presieduta dalla Sindaca Chiara Appendino.

Il mondo delle auto elettriche non è solo il futuro, è il presente. Lo dimostrano gli investimenti che continuano ad aumentare e continueranno a salire fino ad arrivare a quota 250 miliardi di dollari entro il 2026, circa dieci volte di più degli otto anni precedenti. La distribuzione delle colonnine per le auto elettriche verrà realizzata da Enel X in modo capillare e uniforme così da coprire sia le zone più trafficate della città, sia quelle più periferiche, onde evitare malcontento nella città della Mole Antonelliana.

Le colonnine che verranno installate a Torino saranno sia di tipo Quick, sia di tipo Fast. Cosa cambia? La prima tipologia di colonnina ricaricano fino a 22 kW di potenza, quindi una batteria standard impiega circa quattro ore per completare la ricarica, mentre con la colonnina Fast, che ricarica ad una potenza di 50kW, la ricarica avviene mediamente nella metà del tempo rispetto a una Quick. Ovviamente, la velocità di ricarica dipende dalle dimensioni della batteria dell’auto.

Mappa delle stazioni di ricarica

Torino non è l’unica città che può vantare l’installazione di nuove colonnine per la ricarica delle vetture elettriche e Enel X non è, ovviamente, l’unico distributore che sta portando l’innovazione delle stazioni elettriche nel nostro Paese. Sul sito www.colonnineelettriche.it è possibile consultare una mappa nel quale si può verificare la presenza, nella provincia interessata, di stazioni di ricarica e informarsi su quale sia l’azienda che fornisce il servizio.

Tra le svariate compagnie presenti sul nostro territorio c’è ovviamente Tesla, che di fatto ha aperto le danze. Attraverso l’applicazione è possibile trovare le differenti stazioni di ricarica, sia pubbliche che private. Oltre a Tesla ed Enel, nel mercato della ricarica elettrica ci sono anche aziende come Hera, Enermia e Duferco che, soprattutto quest’ultima, stanno entrando con prepotenza (dal punto di vista dell’offerta) nel mercato dell’e-mobility.

Il movimento è in continuo e costante sviluppo, ma ci sono aziende che sono molto più avanti in Italia, soprattutto al nord, come A2A, con il suo servizio E-moving, e E-station, una delle aziende più evolute nel settore che fornisce la possibilità di dotarsi del servizio anche a hotel, supermercati o grandi centri turistici.

La rete continua ad ampliarsi e l’obiettivo, per tutte le compagnie coinvolte, è quello di rendere tutto il territorio italiano collegato da una ragnatela di stazioni di ricarica, così da rassicurare tutti i possessori di un veicolo elettrico che hanno intenzione di affrontare lunghe tratte e anzi, cercando di incentivare l’acquisto di una vettura alimentata elettricamente.

The post Auto elettriche, 250 nuove colonnine di ricarica a Torino (ma non solo) appeared first on Wired.