Netflix sta lavorando a un nuovo misterioso progetto legato a Jurassic World?

0
28
Questo post è stato pubblicato da this site

jurassic world

La saga che ha raccolto in questi anni il testimone di Jurassic Park, ovvero la serie intitolata Jurassic World e che vede come protagonista principale Chris Pratt, ha riscosso un grande successo: il primo film uscito nel 2015 e il seguito, Il regno distrutto, diffuso nel 2018, hanno entrambi raccolto un miliardo di dollari ai botteghini di tutto il mondo. Ovvio dunque che ci sarà almeno un altro film, confermato dalla Universal in uscita nel giugno 2021. Ma in questi giorni è emerso un altro dettaglio che potrebbe presupporre nuovi progetti.

Alcuni utenti di Twitter, infatti, hanno postato degli screenshot che hanno catturato dalle schermate del loro Netflix. Effettuando la ricerca per Jurassic World, appunto, compariva una strana dicitura, non legata però a nessun titolo finora conosciuto. Il titolo in questione è Jurassic World: Camp Cretaceous, ma (pur rimandando a una scheda vuota e priva di informazioni) è stato rimosso dal catalogo il giorno stesso in cui la scoperta è iniziata a circolare. È comunque emerso che la stessa Universal aveva registrato come trademark sia “Camp Cretaceous” che “Jurassic World: Camp Cretaceous” già nel dicembre 2018.

Anche se è improbabile che questo sia il titolo del prossimo capitolo cinematografico, è facile invece pensare a qualche progetto parallelo, come per esempio una serie animata che adatti le stesse vicende dei film in altre versioni, soprattutto per sfruttare una franchise che sta facendo faville. Un caso simile, sempre all’interno dello stesso studio filmico, è avvenuto per Fast and Furious: Spy Racers, che si era originato dall’universo della saga automobilistica. Ovviamene tutti i diretti interessati non hanno ancora confermato nessuna teoria, bisognerà attendere per capire cosa accadrà in questo famigerato accampamento del Cretaceo.

The post Netflix sta lavorando a un nuovo misterioso progetto legato a Jurassic World? appeared first on Wired.