Nuovo blackout di Wikipedia contro la riforma del copyright

0
167
Questo post è stato pubblicato da this site

WikipediaWikipedia in Germania è oscurata dal 21 marzo esattamente come lo è stata in Italia il 3 luglioIl motivo è lo stesso: protestare contro la riforma europea del copyright che vedrà il suo atto finale martedì 26 marzo a Strasburgo, con il voto del Parlamento europeo in plenaria.

Wikipedia Germania oscurata contro la riforma del copyright
Wikipedia Germania oscurata contro la riforma del copyright

In Germania
L’oscuramento di oggi anticipa la grande protesta organizzata per il 23 marzo in diverse città tedesche. La Germania è uno dei Paesi più attivi sul fronte della riforma del copyright e già 41 suoi europarlamentari di ogni gruppo politico si sono schierati apertamente contro la riforma
, con la campagna Pledge 2019, con la quale dichiarano che non rieleggeranno chi voterà a favore. A ciò si aggiungono i quasi cinque milioni di cittadini che hanno firmato la campagna su Change.org.

Anche lo stesso governo tedesco è diviso sulla riforma e il ministro della giustizia tedesco ha dichiarato di non abbracciare il testo di questa riforma. Per l’Italia al momento sono solo otto quelli che l’hanno dichiarato pubblicamente. Si tratta per lo più di eurodeputati del Movimento 5 Stelle e della Lega, con sporadiche eccezioni nel Partito democratico, dove solamente Brando Benifei e Daniele Viotti hanno sempre osteggiato la riforma.

Ma Wikipedia Germania non è l’unica ad avere preso una posizione. La versione ceca del sito, quella slovacca e quella danese hanno fatto lo stesso mentre quella estone ha messo un banner. Il fatto che anche quest’ultima abbia abbracciato la protesta è singolare visto che estone è il vicepresidente della Commissione europea Andrus Ansip, responsabile della legislazione sul mercato unico digitale e quindi grande sostenitore di questa riforma.

Come si decide se oscurare Wikipedia
La Wikimedia Foundation ha spiegato che la scelta presa dagli editor dei singoli Paesi è avvenuta secondo un processo deocratico e di discussione e confronto. “I contenuti di Wikipedia sono neutrali ma non la sua esistenza” si legge nel comunicato.

Wikimedia Foundation è da tempo impegnata a spiegare perché, anche se non toccata direttamente dall’ultima versione del testo, questa riforma non è un bene per la libera circolazione delle informazioni. Tuttavia, ha spiegato, ha lasciato libere le singole comunità nazionali di volontari di scegliere che tipo di azioni intraprendere perché meglio conoscono le realtà a livello locale.

Il blackout di Wikipedia è stato visto da alcuni sostenitori della riforma come un appoggio a Google che invece combatte la riforma. E già ieri, in vista del blackout di oggi, c’è chi ha collegato la forte presa di posizione con la nuova donazione fatta da Google al progetto Wikipedia.

Anche altre organizzazioni non governative (ong) sono state accusate dello stesso motivo nonostante le donazioni da aziende tecnologiche siano consuete e trasparenti. Gli stessi detrattori si scordano che le ong che tutelano i diritti online si trovavano su posizioni opposte a quelle dei giganti quando si parlava di privacy e del regolamento generale per la protezione dei dati personali (Gdpr).

Anche Pornhub contro la riforma
Dal 20 marzo anche Pornhub ha messo un banner che rimanda alla campagna Pledge2019 per chiedere agli eurodeputati di non votare la riforma.

Il banner di Pornhub contro la riforma del copyright
Il banner di Pornhub contro la riforma del copyright


Il fatto che Wikipedia e Pornhub, forse i due siti più visti al mondo, abbiano aderito alla protesta potrebbe risvegliare l’opinione pubblica a livello europeo sul tema.
Siccome i giornali, soprattutto i quotidiani, sono parte in causa di questa riforma, la maggior parte della stampa ha dato scarso rilievo alla riforma europea.  Ora resta da vedere cosa succederà il 26 marzo a Strasburgo ma non è un buon segno il fatto che il relatore del testo all’Europarlamento, il tedesco Axel Voss, abbia dichiarato di non conoscere bene internet e di non sapere come la legge possa essere implementata in concreto.

The post Nuovo blackout di Wikipedia contro la riforma del copyright appeared first on Wired.