Nexi va in Borsa il 16 aprile: la quotazione record del 2019 vale 8 miliardi

0
138
Questo post è stato pubblicato da this site
Nexi

Tutto pronto per la maggiore quotazione del 2019 sul listino di Piazza Affari nel settore fintech. La società Nexi, tra le più importanti piattaforme di gestione di pagamenti digitali nel nostro Paese, il 28 marzo ha ottenuto l’approvazione del prospetto di quotazione da parte della Commissione nazionale per le società di borsa (Consob). E lo scorso 26 marzo Piazza Affari ha rilasciato il provvedimento di ammissione alla quotazione sul suo mercato telematico azionario (Mta).

Al momento la roadmap prevede l’apertura dell’offerta fino all’11 aprile 2019, per poi iniziare con le contrattazioni borsistiche effettive a partire dal prossimo 16 aprile.

Nella costruzione della sua quota di scambio, l’ex Cartasì ha deciso di strutturare l’offerta con un collocamento privato di azioni prodotte parzialmente dall’aumento di capitale della società, per un controvalore di  700 milioni di euro. Un’altra parte, invece, riguarda la vendita di azioni da parte degli azionisti venditori.

Tra questi ultimi, 125 milioni di azioni saranno messe in vendita tramite il fondo di investimento Mercury Uk, mentre circa 21 milioni saranno vendute da istituti bancari come Banco Bpm, Banca Popolare di Sondrio, Banca di Cividale, Credito valtellinese e Iccrea Banca.

Inoltre, le azioni saranno scambiate a un prezzo che oscilla tra 8,50 euro ad azione e i 10,35, portando la valutazione complessiva della società tra i 7,1 e gli 8,1 miliardi di euro, con una capitalizzazione che potrebbe sfiorare i 6,4 miliardi di euro.

Nexi è partner di oltre 150 istituti bancari (che gestiscono circa l’80% degli sportelli del sistema in Italia), serve oltre 890mila attività commerciali e gestisce 1,4 milioni di Pos, oltre a circa 41 milioni di carte di credito in tutto il Paese.

 

The post Nexi va in Borsa il 16 aprile: la quotazione record del 2019 vale 8 miliardi appeared first on Wired.