Dalle offerte di lavoro al wifi: 4 funzioni di Facebook che forse non hai mai usato

0
152
Questo post è stato pubblicato da this site


Tutti conosciamo Facebook e il suo utilizzo e pensiamo di saperlo usare alla perfezione, ma ci sono alcune funzioni del social network di Mark Zuckerberg che pochi conoscono e possono invece essere molto utili in diverse occasioni. Almeno sulla carta. Abbiamo provato a testarle per qualche settimana per capire se alcune di queste sono effettivamente utili.

1. Guide delle città

Cominciamo con l’opzione “Guide della città”, che offre la possibilità di avere informazioni sulla città che stai visitando. Siamo davvero di fronte ad una funzione che potrebbe sostituire accurati articoli online o guide turistiche? La risposta è decisamente no. Testando “Guida delle città” su Milano, Parigi o Berlino, abbiamo notato che i luoghi consigliati diventano automaticamente interessanti solo perché molto frequentati: di fatto i luoghi consigliati si aggiornano in modo autonomo grazie ai check in fatti dalle persone di tutto il mondo.

A Milano, per esempio, tra i luoghi interessanti per la categoria “Arte e cultura” compaiono ai primi tre posti il Blue Note, il Fabrique e lo Stadio San Siro, tre luoghi che difficilmente la media dei turisti terrebbe in considerazione come le prime tre attrattive culturali della città.

Può essere più efficace, forse, per quanto riguarda la vita notturna o un ristorante. Può essere più interessante visualizzare, città per città, dove i vostri amici su Facebook si sono localizzati durante la loro permanenza in quella località, perché il fatto di avere un’amicizia significa tendenzialmente di avere delle affinità, ma da una guida ci si dovrebbe aspettare molto di più.

2. Trova Wifi

Se amiamo viaggiare, una delle opzioni che potremmo apprezzare di Facebook, è la possibilità di trovare servizi di wifi gratuito. La funzione, posta nel menu a sinistra, aiuta a localizzare le reti senza fili pubbliche e libere disponibili nella zona. Abbiamo provato ad utilizzare questa funzione disponibile sull’app a Milano, zona Porta Garibaldi, e funziona davvero bene.

Interessante anche la possibilità di vedere le pagine Facebook dei locali che hanno inserito all’interno delle caratteristiche del proprio negozio il wifi gratuito. Questa opzione, però, è valida solo se decidete di attivare la possibilità di utilizzare la connessione all’app sempre, anche quando non la state utilizzando. Bisogna insomma essere consapevoli del fatto che la batteria del nostro smartphone ne risentirà.

Un’accortezza: non dimentichiamoci che in alcuni locali per usufruire del wifi gratuito – spesso nemmeno così potente – bisogna prima consumare, e solo in un secondo momento ci verrà data la password per accedere alla rete. E questo, ovviamente, Facebook non può ancora dircelo. Più che la rete dei locali, sarebbe forse più utile mappare solo le reti pubbliche, che è possibile trovare piazze e parchi dove è possibile rimanere connessi senza obbligo di consumazione.

Questa funzione è decisamente più utile della precedente, ma vale più che altro per le grandi città. Se si prova ad attivarla in città periferiche il numero di wifi gratuiti disponibili crolla inesorabilmente. L’abbiamo provata a Legnano (un comune con più di 60mila abitanti alle porte di Milano) e nella mappa di locali con il wifi c’è solo un locale. Se questa opzione venisse notevolmente implementata potrebbe nel tempo diventare davvero uno strumento utile per chi ama viaggiare.

3. Marketplace

Facebook è sempre più utilizzato anche per vendere prodotti. L’utilizzo di questa funzione di Facebook è in ascesa. Oltre a permettere di fare acquisti o buone vendite in pochi passaggi, Marketplace consente la condivisione dell’articolo in vendita anche all’interno di gruppi specializzati in scambio o compra-vendita che ne aumentano notevolmente la visibilità.

Non a caso, abbiamo provato a vendere una vecchia radio e dei porta documenti su più piattaforme per capire quale poteva essere lo strumento più performante. Abbiamo deciso di inserire gli annunci con lo stesso prezzo su Marketplace di Facebook, Shpock, eBay e Subito per capire quale poteva essere il mercatino online più “vivo.

Tra tutti gli annunci che abbiamo inserito ha vinto questa gara proprio Facebook soprattutto per il numero di contatti ricevuti da persone interessate. In realtà spesso molte di queste persone contattano il venditore senza nemmeno essere realmente interessate, ma di sicuro c’è più fermento su Marketplace che su molti altri negozi online.

Dobbiamo stare però molto attenti ai prodotti che possiamo trovare sul mercatino: il falso è più comune di quanto si creda, e su questo la tutela da parte di Facebook è ancora abbastanza limitata. Ciò che il social network può fare è bloccare un certo tipo di vendite se riconosce che ci sia la possibilità di falso o di illegale, e alle volte pecca anche di eccesso di solerzia visto che la prima volta la vecchia radio è stata rifiutata anche se evidentemente aveva tutte le caratteristiche per essere venduta legalmente.

4. Trova lavoro
Tra le altre opzioni presenti, e tutte ancora da esplorare, c’è anche quella che fa concorrenza al social network per eccellenza del mondo del lavoro: LinkedIn. Facebook ha introdotto da tempo una sezione dedicata alle offerte di lavoro. Si può raggiungere facilmente questa sezione dal menu a sinistra e filtrare le varie offerte in base al luogo, al settore e al tipo di lavoro. Una volta individuata l’offerta giusta, non resta che completare il form di candidature e incrociare le dita.

La sezione al momento non è paragonabile alle offerte di lavoro che si possono trovare su LinkedIn nello stesso periodo, sia per la statura delle aziende presenti, sia per la vastità di offerte. Anche le opzioni a disposizione per filtrare le offerte sono limitate alla tipologia di lavoro: se a tempo pieno, part-time, determinato, e così via, e per quale settore. Su LinkedIn c’è la possibilità di scegliere per località, grandezza dell’azienda, seniority del ruolo e molto altro ancora.

Una cosa interessante per le aziende è che quando l’annuncio viene pubblicato da una pagina Facebook, a tutti i fan della pagina appare la notifica con la relativa posizione. Cosa c’è di meglio di avere tra i candidati per una nuova posizione qualcuno che è già fan del vostro brand? A parte questo, senza dubbio questa parte merita ancora molti miglioramenti.

The post Dalle offerte di lavoro al wifi: 4 funzioni di Facebook che forse non hai mai usato appeared first on Wired.