5 punti per prepararsi al secondo episodio dell’ultima stagione di Game of Thrones

0
77
Questo post è stato pubblicato da this site

Dopo una première di stagione − intitolata Winterfell, ovvero Grande inverno − non particolarmente densa di eventi, il secondo episodio dell’ultima annata di Game of Thrones si prevede entrare nel vivo dell’azione. Con soli cinque episodi dalla fine del fantasy di Hbo prodotto dagli showrunner Benioff & Weiss, restano ancora molte linee narrative da risolvere, molti conflitti da sciogliere, molte guerre da combattere e un trono da conquistare. Ad Approdo del re, Cersei è una minaccia vivida ma ancora lontana, mentre quella che preme a Nord rappresentata dall’esercito dei non morti è imminente. Ricapitoliamo i punti salienti dell’episodio di debutto della stagione 8 di Il Trono di spade trasmesso su Sky Atlantic lo scorso 15 aprile e vediamo come questi preparano alla puntata – il cui titolo non è ancora stato confermato, ma secondo indiscrezione è The Rightful Queen – successiva, in prima tv il 21 aprile, una puntata che si preannuncia tutta incentrata sui confronti.

1. Sansa vs Daenerys

https://www.youtube.com/watch?v=R6YCfVe4eR0

La première di stagione si è aperta con l’arrivo greve e austero dell’armata di Daenerys a Grande Inverno; al fianco della Regina dei Draghi, Jon Snow, che ha rinunciato al titolo di Re del Nord in cambio di un’alleanza contro i temibili Estranei. La notizia dell’abdicazione non è stata presa bene dai Signori del Nord, di cui l’autoritaria Lyanna Mormont si è fatta portavoce. Tuttavia, è Sansa Stark ad averla presa peggio di tutti, mostrandosi subito ostile nei confronti dell’amante del (presunto) fratello, da lei messo in guardia sulla donna e redarguito per essersi fidato della promessa di una tregua da parte di Cersei.

Jon Snow Kiss GIF by Game of Thrones - Find & Share on GIPHY

Il buon senso e il trailer di The Rightful Queen annunciano il confronto tra le due nobildonne, che si accusano vicendevolmente di aver fatto male a riporre la propria fiducia in una donna così diabolica. Resta da vedere se il nemico comune le unirà o se l’astio le renderà nemiche, oppure se questi due personaggi femminili si riconosceranno in un percorso simile che le renderà addirittura solidali. Entrambe, infatti, sono state bambine pure innocenti sopravvissute a stupri e prevaricazioni che si sono evolute in regine forti, scaltre e dure.

2. La rivelazione dei natali di Jon Snow

Uno degli eventi più rilevanti di Grande inverno è stata la messa al corrente di Jon Snow circa le sue origini. Non è arrivata, come alcuni si aspettavano, dal fratello Bran, diventato il veggente Corvo a tre Occhi, ma è giunta portata dall’amico Sam, nel quale Jon si è imbattuto per caso nelle segrete dopo che Tarly ha saputo dell’esecuzione del padre e del fratello da parte di Daenerys. Samwell ha detto a Jon di aver scovato un documento che prova la sua nascita come Aegon Targeryen, figlio di Rhaeger Targaryen e di Lyanna Stark, il che lo rende legittimo erede al trono. Jon, da sempre restio alla gloria e rigidamente leale a quella che è tecnicamente sua zia (Daenerys è la sorella di Rhaegar), non l’ha presa bene e non ne vuole sapere di intraprendere la corsa al trono. Tuttavia, non potrà evitare di parlarne con la Madre dei draghi, con la quale, considerato l’ambizione irremovibile di lei, la relazione potrebbe incrinarsi.

3. Il destino di Jaime Lannister

All’inizio dello scorso episodio, a Grande Inverno non è giunto solo l’esercito di Daenerys, bensì anche Jaime Lannister, il fratello gemello della Regina Cersei. Al suo arrivo, il primo con cui ha incrociato lo sguardo è stato un inespressivo e imperscrutabile Bran Stark, il ragazzino che lo stesso Jaime scaraventò giù da una finestra dopo essere stato scoperto mentre si lasciava andare in effusioni con la sorella. Jaime, complice la perdita della mano e la morte dei figli, è diventato un uomo profondamente diverso, e nel prossimo episodio dovrà probabilmente fare i conti con l’evidente senso di colpa nei confronti della sua vittima.

Jaime Lannister GIF by Game of Thrones - Find & Share on GIPHY

Certo, invece, come si evince da trailer e sneak peek di The Righful Queen, il confronto con Daenerys. Jaime è l’uomo che ha ucciso suo padre, il Re folle, guadagnandosi il nome di Sterminatore di Re. Nelle scene pubblicati lei lo affronta dicendogli: “Quando era bambina, mio fratello mi raccontava la favola sull’uomo che aveva ucciso nostro padre e sulle cose che avremmo fatto a quell’uomo”. Daenerys sa essere crudele e vendicativa, ma sa anche che Jaime potrebbe esserle di grande aiuto contro Cersei: il secondo episodio mostrerà cosa ne farà di lui.

4. Amici e nemici passati e futuri di Arya


L’arrivo di Daenerys, come accennato, ha sconvolto gli equilibri della guerra tra Nord e Sud e in particolare quelli di Grande inverno. Il suo avvento, sotto gli occhi di una stupita Arya – per metà perplessa dalla presenza di una nuova Regina, dall’altro contenta di intravedere volti familiari – è stato, nel primo, episodio, il pretesto per riunire tantissimi personaggi che non si erano imbattuto l’uno nell’altro per molto tempo. Tra questi, Arya ha riconosciuto Gendry, il fabbro (nonché figlio illegittimo di Re Robert Baratheon) che forgia armi indistruttibili e che fu suo amico e compagno di sventure dopo che, alla fine della prima stagione, Ned Stark fu decapitato e Arya fu costretta alla fuga. Nello stesso frangente la ragazzina incontra il Mastino, con cui condivise una parte del suo viaggio e che, come lui le ricorda, lo lasciò a morire dopo le ferite mortagli infertegli da Brienne di Tarth.

Mashable GIF - Find & Share on GIPHY

Clegane non sa che nel frattempo Arya è stata addestrata per essere un Uomo senza volto, ovvero un sicario infallibile, e che nella lista compilata dalla ragazza di persone che vuole uccidere potrebbe esserci anche lui. Il trailer mostra la Stark in assetto di guerra, armata di balestra, agitata e di corsa tra i tunnel delle segrete. Potrebbe essere un assassinio da lei portato avanti che non si è risolto bene, oppure un incontro no voluto con qualche Estraneo che si è intrufolato nel castello, oppure i sogni di qualche spettatore si realizzeranno e Ditocorto non è morto, anzi è vivo e vegeto e in cerca di vendetta contro la ragazzina che ne ha decretato la disfatta.

5. L’arrivo degli Estranei


La fine della settima stagione si chiudeva con l’attacco della Barriera, il muro che protegge il Nord dagli Estranei, da parte del Drago di ghiaccio, ovvero una delle creature di Daenerys abbattuta dal Re della Notte e resuscita per diventare l’arma più potente dei suo esercito di non morti. La puntata successiva, ovvero l’episodio che stiamo ricapitolando, spende fin troppi minuti per mostrare come le effusioni amorose tra Daenerys e Jon abbiamo anche un uso pratico: lei gli lascia cavalcare uno dei suoi draghi.

Game Of Thrones Kiss GIF by Vulture.com - Find & Share on GIPHY

Il trailer mostra Jon Snow chiedere all’amico guerriero Bruto Tormund: “Quanto tempo ci resta?” e l’altro rispondere: “Prima che il sole si levi all’indomani”. È l’anticipazione della paventata venuta degli Estranei: immortali, fortissimi e guidato da un leader che finora non ha mai sbagliato una mossa. L’inverno – era ora! – è arrivato.

The post 5 punti per prepararsi al secondo episodio dell’ultima stagione di Game of Thrones appeared first on Wired.