Il reddito di cittadinanza è troppo alto, dice l’Ocse

0
18
Questo post è stato pubblicato da this site
Una coppia di signori al Caf per compilare la domanda del reddito di cittadinanza (foto: LaPresse/Nicolò Campo)

Lo Stato italiano doveva intervenire con misure a sostegno dei poveri ma il reddito di cittadinanza rischia di diventare una trappola. A lanciare l’allarme è l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, meglio conosciuta come Ocse, nel rapporto annuale Employment Outlook.

Nel testo, che è stato stilato anche dai due economisti italiani Stefano Scarpetta e Andrea Garnero, si legge che il provvedimento bandiera del Movimento 5 stelle potrebbe non funzionare per due ragioni: avvantaggia i single più che le famiglie ed è troppo elevato rispetto alla media degli stipendi nel paese, soprattutto al Sud. Per questo motivo, si sottolinea, alcune persone potrebbero considerarlo un’ingiustizia o arrivare addirittura a rifiutare un lavoro. Chi ha un impiego e uno stipendio, deve infatti sottrarre alla busta paga le spese per il trasporto, se ha figli piccoli, quelle per l’asilo nido, se ha genitori anziani o malati, quelle per una badante e così via. Chi riceve il reddito, invece, non ha di questi problemi e, almeno in alcuni casi, può spendere più di chi è occupato.

Questo deterrente è un problema per il governo che ha sempre affermato che il reddito non è un sussidio fine a se stesso, bensì un provvedimento a sostegno dell’occupazione. Secondo l’Ocse, l’esecutivo dovrebbe quindi monitorare la situazione per “assicurare che i beneficiari siano accompagnati verso il lavoro“, anche perché “la misura rappresenta un trasferimento di risorse importante“.

Il caso Italia

Gli stipendi bassi non sono l’unico problema, in Italia. Secondo l’organizzazione negli ultimi anni i contratti a termine sono cresciuti fino a raggiungere quota 15,4% contro una media dell’11,2% nell’area Ocse che monitora la situazione in 35 paesi. Inoltre, il paese, “manca di personale qualificato e strumenti informatici e, per queste ragioni, la qualità dei servizi è bassa“. E ancora: “Oltre ad ulteriori risorse occorre migliorare il coordinamento tra le autorità centrali e quelle regionali responsabili dell’implementazione delle politiche attive“. Un aspetto che il reddito di cittadinanza tocca solo in minima parte.

The post Il reddito di cittadinanza è troppo alto, dice l’Ocse appeared first on Wired.