Da oggi c’è un nuovo chilogrammo

0
83
Questo post è stato pubblicato da this site

unità di misura

Finalmente è arrivato il momento tanto atteso, quello che riguarda il cambiamento epocale del Sistema internazionale delle unità di misura (Si). Infatti, oggi, 20 maggio 2019, cambieranno ben sette unità di misura di base, in quella che è stata definita la più grande ridefinizione del Si fin dalla sua fondazione, avvenuta quasi 60 anni fa. Da oggi, quindi, le nuove definizioni delle unità fondamentali sono legate a costanti fondamentali della fisica e non più a oggetti materiali, soggetti a variazioni nel tempo.

Tra i cambiamenti sul metro, secondo, ampere, kelvin, mole, candela, anche il chilogrammo non sarà più lo stesso. A raccontarlo è Enrico Massa, ricercatore dell’Istituto nazionale di ricerca metrologica (Inrim), che in un video spiega nel dettaglio la nuova definizione di chilogrammo. Finora l’unità di peso era definita dalla massa del cilindro di platino-iridio conservato all’Ufficio internazionale dei pesi e delle misure a Sèvres, al quale tutti gli enti metrologici nazionali dovevano fare riferimento per la realizzazione del proprio campione. A partire da oggi, invece, sarà definito considerando il valore numerico della costante di Planck (fissato a 6,626070040×10-34 joule per secondo) ed è stato realizzato attraverso una speciale bilancia detta bilancia di Kibble.

Come vi avevamo raccontato lo scorso novembre, quando gli esperti della Conferenza generale dei pesi e delle misure (Cgpm), riuniti in sessione plenaria a Versailles avevano appena approvato il nuovo Sistema, ad essere ridefiniti saranno anche il metro, il secondo, l’ampere, il kelvin, la mole e la candela. Come riporta l’Inrim, le prime unità di base definite per mezzo di costanti della fisica sono state: il metro, in termini di velocità della luce (pari a 299.792.458 metri al secondo), il secondo, in termini di frequenza della transizione iperfine dell’atomo di cesio (pari a 9192631770 hertz) e la candela, in termini di efficacia luminosa.

Inoltre, da oggi l’ampere è definito dal valore numerico della carica elementare fissato a 1,602176634×10^-19 coulomb e ed è stato realizzato attraverso speciali circuiti che contano gli elettroni.

Il kelvin, invece, è definito a partire dal valore numerico della costante di Boltzmann k, ovvero 1,38064852×10^-23 joule su kelvin, mentre la mole sarà legata alla costante di Avogadro.

 

The post Da oggi c’è un nuovo chilogrammo appeared first on Wired.