Starbucks ha un rivale cinese, Luckin Coffee. E si è quotato a Wall Street

0
30
Questo post è stato pubblicato da this site
La quotazione di Luckin Coffee a Wall Street: da sinistra, Reinout Schakel, direttore finanziario, Charles Zhengyao Lu, presidente e fondatore, e Jenny Qian Zhiya, direttore operativo. (foto: Victor J. Blue/Bloomberg via Getty Images)
La quotazione di Luckin Coffee a Wall Street: da sinistra, Reinout Schakel, direttore finanziario, Charles Zhengyao Lu, presidente e fondatore, e Jenny Qian Zhiya, direttore operativo. (foto: Victor J. Blue/Bloomberg via Getty Images)

Dopo i deludenti debutti di unicorni tecnologici come Uber e Lyft, a Wall Street lo scorso venerdì 17 maggio c’è stato anche qualcuno che ha brindato con un caffè. La società cinese Luckin Coffee, principale rivale asiatica della catena Starbucks, si è quotata sul listino di New York, e a ha visto crescere il valore delle sue azioni del 52,7% durante le contrattazioni.

Dopo aver aperto al prezzo di 25 dollari ad azione, ben oltre i 17 della sua offerta iniziale, la compagnia ha chiuso la prima giornata con un guadagno del 15-20%. Si tratta della più grande offerta pubblica di acquisto di una società cinese a Wall Street per il 2019. La società, nata a Pechino nel 2017, è riuscita a raccogliere 570 milioni di dollari dalla vendita delle sue azioni, portandosi a un valore di mercato che si aggira attorno ai 4 miliardi di dollari.

La sfida agli americani di Starbucks è così ufficialmente aperta. Luckin Coffee ha oggi circa 2.400 negozi in 28 città cinesi, e punta a raddoppiare questo numero nei prossimi anni per superare il colosso mondiale del caffè, che dal 1999 ha creato in quel Paese oltre 3.600 punti vendita.

Ma a impressionare è soprattutto la rapidità con cui cresce la compagnia di Pechino, avendo già messo a segno una diversificazione che la porta ad offrire nei suoi negozi anche cibo e altre bevande. Inoltre, la compagnia punta anche tanto sui servizi di consegna, che permettono al cliente di ordinare tramite app e di ricevere il proprio caffè in circa 20 minuti.

Una strategia che riguarda anche prezzi e sconti. Secondo quanto si legge nelle parole del direttore vendite Teresa Wang riportate da Cnn, “questo è un grande valore. Un caffè da Starbucks costa circa 40 yuan (6 dollari). Noi usiamo molti coupon, e con gli sconti arriviamo anche a 20 yuan”.

Non manca però la nota dolente delle perdite. Anche la compagnia cinese, ha registrato perdite per circa 85,3 milioni di dollari nei primi tre mesi di quest’anno e ne ha persi quasi 475 milioni dal 2017.

The post Starbucks ha un rivale cinese, Luckin Coffee. E si è quotato a Wall Street appeared first on Wired.