Il libro di Matteo Salvini edito da Altaforte è un flop

0
36
Questo post è stato pubblicato da this site
La copertina del libro (foto dal sito web di Altaforte edizioni)

Il libro Io sono Matteo Salvini. Intervista allo specchio scritto dalla giornalista Chiara Giannini e pubblicato da Altaforte, la casa editrice vicina al movimento di estrema destra CasaPound finita al centro delle polemiche in occasione del Salone del Libro, per ora non sta avendo un grande successo. A distanza di due settimane dalla pubblicazione, il volume è sceso dalla terza alla tredicesima posizione della classifica dei bestseller di Amazon. E non va meglio nemmeno in libreria: secondo Nielsen Bookscan, una società di statistica che raccoglie i dati sulle vendite, nella settimana dal 12 al 18 maggio l’hanno acquistato solo 243 persone. Se vi sembra molto, pensate che Becoming, l’autobiografia di Michelle Obama, è stata acquistata in libreria nei primi sette giorni da 8mila persone (il dato si riferisce all’Italia. Nel mondo le copie vendute nella prima settimana furono più di 14 milioni).

I dati di Nielsen Book Scan, così come quelli di ogni altro istituto che fa sondaggi, si basano su una serie di proiezioni. Può essere quindi che siano stati comprati più o meno di 243 libri: è però improbabile che il numero reale si discosti molto da quello citato. Per fare le statistiche, Nielsen considera infatti un campione piuttosto ampio (900 punti vendita su 1400) che rappresenta sia i grandi gruppi editoriali che le librerie indipendenti. Nel conteggio non rientrano invece, i dati dei libri venduti sulle bancarelle o al supermercato sui quali la società riesce a fare solo una valutazione approssimativa.

Il boicottaggio continua?

Quali sono le ragioni dell’insuccesso del libro? Si potrebbe considerare questo fatto come l’ennesimo segnale del trend decrescente delle vendite editoriali. È possibile però che ad avere un peso siano stati anche i boicottaggi? Difficile. Nei giorni scorsi 120 librai della Feltrinelli avevano scritto una lettera per chiedere di bandire dagli scaffali il libro sul vicepremier ricordando la militanza neofascista dell’editore di Altaforte Francesco Polacchi. La direzione vendite aveva tuttavia rifiutato la richiesta, considerandola una forma di censura.

 

The post Il libro di Matteo Salvini edito da Altaforte è un flop appeared first on Wired.