Chi ha vinto e chi ha perso ai ballottaggi delle amministrative

0
95
Questo post è stato pubblicato da this site
(foto: LaPresse)

L’Emilia non è più una cosiddetta regione rossa: la Lega è riuscita a vincere il secondo turno delle comunali a Ferrara e a far eleggere un esponente del Carroccio alla guida della città dopo 69 anni di dominio incontrastato del centrosinistra. Il centrodestra si è imposto anche a Forlì, dove Gian Luca Zattini ha battuto con il 53,07%  il candidato di centrosinistra, Giorgio Calderoni: sarà il primo sindaco di destra dagli anni del dopoguerra.

Nonostante queste sconfitte, il segretario del Pd Nicola Zingaretti si è detto soddisfatto del risultato. Il centrosinistra ha vinto in sette capoluoghi, compresi Rovigo – strappata al centrodestra – e Livorno che negli ultimi cinque anni è stata guidata da Filippo Nogarin del Movimento 5 stelle. “Grazie a chi ha combattuto. L’alternativa a Salvini c’è ed è un nuovo centrosinistra”, ha twittato Zingaretti.

Il M5s ha invece vinto a Campobasso, in Molise, dove Roberto Gravina ha battuto la candidata del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro con il 69.07% dei voti; al primo turno, era stata lei la più votata con il 39,71% delle preferenze contro il 29,41% di Gravina e il 25,85% del sindaco uscente, Antonio Battista (Pd).

Si votava in tutto in 136 comuni, compresi 16 capoluoghi di provincia. In nessuno di questi il candidato aveva superato la soglia del 50% più uno al primo turno delle elezioni amministrative di due settimane fa, come richiede la legge per tutti i municipi con più di 15mila abitanti. In generale, l’affluenza è calata di 16 punti percentuali passando dal 68,2% del primo turno al 52,1%. Buono invece il dato a Potenza e a Livorno dove si sono recati alle urne rispettivamente il 71,71% e il 62,585 degli aventi diritto.

L’analisi del voto

Il vincitore assoluto del secondo turno delle elezioni amministrative è stato il centrodestra. YouTrend ha scritto su Twitter che prima di questa tornata, il centrodestra guidava 39 comuni e il centrosinistra 149; ora invece ne controlla 83 contro i 100 in mano alla sinistra. Tra questi ci sono anche importanti capoluoghi di regione come, appunto Forlì e Ferrara, Biella e Vercelli che pure era guidata dal centrosinistra.

Il centrosinistra non può vantare un grande risultato – ha perso 5 capoluoghi – ma è comunque riuscita a confermare 5 sindaci e a vincere in 3 dei municipi più grandi: un dato che conferma una lenta ripresa dopo il crollo del 2018 alle politiche. Il Movimento 5 stelle, invece, continua ad avere difficoltà alle amministrative: ha vinto a Campobasso ma ha perso altri due capoluoghi.

The post Chi ha vinto e chi ha perso ai ballottaggi delle amministrative appeared first on Wired.