Pokémon Go “salva” i polpastrelli dei giocatori: cambiano le modalità di attacco

0
26
Questo post è stato pubblicato da this site
Pokemon Go battaglie
(Foto: Niantic)

Cambiano le dinamiche delle battaglie in Pokémon Go con le sfide uno contro uno. Obiettivo: rendere meno ossessivo lo schema di gioco. Finora, per combattere contro il Pokémon di un altro allenatore, occorre premere ripetutamente sul display per gli attacchi rapidi. Man mano si riempie la barra per l’attacco caricato, da utilizzare spesso per il colpo del ko (soprattutto se le debolezze dell’avversario lo consentono). Quando il colpo caricato viene sferrato, tocca ricorrere nuovamente al tap furioso per aumentarne l’efficacia.

Insomma, un allenamento per polpastrelli e tendini delle articolazioni delle dita. Ma le cose stanno per cambiare e diventare più raffinate, come ha confermato la stessa casa produttrice Niantic in un tweet dal profilo ufficiale. Proprio l’attacco caricato sarà al centro delle modifiche.

Non sarà più necessario fare tap a mitraglia come oggi, perché tutto sarà basato su uno swipe più accurato. Come funziona? Raccolta la necessaria energia per l’attacco caricato e azionato, “cadranno” dall’alto delle icone da toccare in sequenza con una strisciata del dito sul touchscreen. Più sarà accurato, più si avrà potenza.

Nel video qui sopra si può osservare la nuova dinamica in azione, che ricorda da vicino quella che vi abbiamo raccontato di recente per il nuovo titolo di Niantic dedicato alla realtà aumentata in campo videoludico, Harry Potter: Wizards Unite.

Una decisione che sta già facendo discutere online (come era più che preventivabile), ma che andrà a tutto vantaggio delle dita. E dello schermo.

The post Pokémon Go “salva” i polpastrelli dei giocatori: cambiano le modalità di attacco appeared first on Wired.