Gli occhiali per la realtà aumentata che non ti rendono ridicolo

0
65
Questo post è stato pubblicato da this site

Il flop dei Google Glass non ha scoraggiato le piccole e grandi aziende decise a realizzare occhiali smart, evitando di ripetere gli stessi errori commessi a Mountain View. Così la prima qualità dei Norm Ar non sono le funzioni integrate, bensì il design di un paio di occhiali da sole che sembrano tali, e non un marchingegno che lascia perplessi chi lo indossa e chi guarda.

Il modello per la realtà aumentata sviluppato da Human Capable racchiude al suo interno batteria, microfono e fotocamera, e collegandosi allo smartphone, via Bluetooth, consente di visualizzare davanti ai propri occhi messaggi, email e video ma anche di controllare i social media e testi tradotti, oltre a scansionare codici a barre e Qr. Gli occhiali si possono gestire con i comandi vocali, tramite app, con i gesti della testa oppure con un touchpad posizionato su una delle due aste. Quanto all’autonomia, la batteria dovrebbe garantire almeno quattro ore di utilizzo a carica.

Occhiali per la realtà aumentata Norm AR (Credit Human Capable)

Nonostante non siano molto a buon mercato, i Norm AR hanno riscontrato un ottimo successo su Kickstarter (337mila euro raccolti in meno di due settimane). Per assicurarseli bisogna investire 295 euro e attendere il prossimo gennaio per iniziare a indossarli.

The post Gli occhiali per la realtà aumentata che non ti rendono ridicolo appeared first on Wired.