La nazionale italiana di hacker è arrivata quinta ai mondiali di cybersecurity

0
85
Questo post è stato pubblicato da this site
mHACKeroni, la nazionale italiana di hacking classificatasi quinta al mondiale (fonte: Twitter)

I mHackeroni ce l’hanno fatta. La nazionale italiana di hacker etici è riuscita a volare a Las Vegas, a partecipare al Def Con, evento del settore, e dopo tre giorni di gare, si è piazzata e in quinta posizione ai mondiali di cybersecurity. La squadra italiana ha partecipato alla competizione mondiale in programma dal 6 al 9 agosto a Las Vegas, ed è riuscita a migliorare il settimo piazzamento ottenuto nel 2018 nella gara Capture The Flag.

Dopo tre giorni di competizioni a colpi di attacchi informatici il team italiano ha scalato la classifica piazzandosi quinto a livello mondiale e primo tra i team europei.

Sebbene la loro partecipazione alla competizione mondiale fosse in dubbio per una mancanza di fondi, i mHackeroni non si sono arresi e, grazie al contributo di alcuni sponsor e a un crowdfounding parallelo, sono riusciti a volare negli Stati Uniti.

Scoreboard finale della competizione Capture The Flag che ha visto piazzarsi al quinto posto la nazionale italiana di hacking (fonte: DefCon)

La squadra, il cui logo è un maccherone che gronda sugo, nasce dalla collaborazione tra i cinque migliori team italiani: Tower of Hanoi del Politecnico di Milano, c00kies@venice dell’Università di Venezia Ca’ Foscari, spritzers dell’Università di Padova, TheRomanXpl0it dell’Università di Roma La Sapienza e gli indipendenti Jbz. Tra i membri del team mHackeroni vi sono anche alcuni ragazzi che fanno parte dei cyberdefender, team voluto dal Laboratorio nazionale di cybersecurity del Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica.

È stata una gara infernale”, scrivono sul loro profilo di Twitter, “ci è piaciuta”. A vincere la competizione, per la quinta volta in sette anni, è stato il team statunitense Plaid Parliament of Pwning.

https://twitter.com/CyLab/status/1160724922626387969https://twitter.com/CyLab/status/1160724922626387969

The post La nazionale italiana di hacker è arrivata quinta ai mondiali di cybersecurity appeared first on Wired.