Eqv, la monovolume elettrica di Mercedes

0
29
Questo post è stato pubblicato da this site

Le monovolume sono una tipologia di auto che negli ultimi anni hanno avuto una grossa flessione nelle vendite, a causa della capillare diffusione di suv e crossover. Tuttavia rimangono una categoria di auto in grado di sposarsi al meglio con famiglie numerose che utilizzano l’auto per i grandi spostamenti e che quindi hanno bisogno di tanto spazio.

L’elettrificazione, che negli ultimi anni ha investito praticamente tutte le categorie di auto, non ha risparmiato nemmeno questo settore. La prima azienda automobilistica a dare dignità alle monovolume elettriche è la Mercedes.

La Mercedes Eqv, questo il nome del modello, è una multispazio che, dopo essere stata mostrata sotto forma di concept al Salone di Ginevra 2019, è stata presentata in versione definitiva in un’anteprima mondiale; la presentazione al pubblico avverrà al prossimo Salone di Francoforte (10-22 settembre).

La Vista della trequarti posteriore della Mercedes EQV

La Eqv è la seconda vettura elettrica del produttore tedesco (la prima è la suv Eqc), che ha delle finiture premium e deriva dalla Classe V. Le caratteristiche tecniche sono assolutamente interessanti; si parla infatti di ben 405 km di autonomia e di consumi di 27 kWh di energia per percorrere 100 km (i valori, provvisori, sono stati calcolati secondo lo standard Nedc). A garantire l’autonomia è l’accumulatore di 90 kWh montato sotto il pavimento così da non sottrarre spazio a passeggeri e bagagli (la capacità della Eqv è di 1.030 litri con i posti in uso).

La batteria può essere ricaricata mediante le colonnine veloci, fino a 110 kW, che permettono di ripristinare la capacità dal 10 all’80% in 45 minuti in corrente continua (Dc). Come alternativa è possibile utilizzare il caricatore interno da 11 kW, ma i tempi si allungano a circa 10 ore (consigliabile l’utilizzo di una Wallbox domestica).

Il motore elettrico è montato sotto il cofano ed è in grado di erogare 204 Cv e 362 Nm di coppia massima e trasmette la potenza alle ruote anteriori; la velocità massima è di 160 km/h.

Esteticamente la Eqv sposa gli ultimi stilemi della Mercedes e presenta una grande griglia caratterizzata da listelli orizzontali che ingloba i fari a led. Specifici anche i cerchi in lega, che sono chiusi per assicurare una migliore efficienza aerodinamica, ed il paraurti.

La Mercedes Eqv sarà disponibile a partire dalla primavera 2020 in due versioni lunghezze: 514 cm, con passo di 320 cm, e 537 cm, con passo di 343 cm. Sarà ordinabile con sei poltrone singole oppure nella variante a sette posti, dotate del divano per la seconda e terza fila.

Gli interni della Mercedes Eqv

Gli interni, così come la sorellastra endotermica Classe V, sono curati, tuttavia, a differenza di quest’ultima, la Eqv può contare sull’Mbux aggiornato, il sistema multimediale della casa tedesca, dotato, tra le altre cose, di un sofisticato sistema di assistente vocale. Il display da 10 pollici è di tipo touch e può essere controllato attraverso i comandi al volante o mediante il trackpad collocato sul tunnel centrale. Il sistema multimediale è inoltre provvisto di alcune specifiche funzionalità in grado di garantire una perfetta gestione della batteria; il navigatore inoltre tieni conto dei dati sul traffico e regola in modo automatico il recupero dell’energia nelle frenate.

The post Eqv, la monovolume elettrica di Mercedes appeared first on Wired.