Waymo sta per presentare l’auto completamente autonoma

0
72
Questo post è stato pubblicato da this site
Il logo di Waymo sulla portiera di un’auto a guida autonoma (foto: GLENN CHAPMAN/AFP/Getty Images)

Waymo, controllata di Alphabet – la holding di Google – che sviluppa auto senza pilota, ha inviato un’email alle persone che stanno testando il suo servizio di taxi driverless a Chandler, in Arizona, per informarle che, a partire dalla prossima corsa, potrebbero essere le uniche persone a bordo dell’autovettura. La posizione del guidatore, che finora era stata occupata da un pilota di emergenza, rimarrà infatti vuota. L’email è stata pubblicata dau un utente su Reddit, ma anche un portavoce dell’azienda ha confermato che Waymo è pronta a passare alla fase due della transizione alle self driving car.

L’annuncio segna un’evoluzione molto importante nel settore delle auto a guida autonoma. Il fatto che non ci sia più bisogno di una persona nell’abitacolo al posto di guida indica infatti che i test svolti finora sono andati bene e che i taxi stanno diventando autonomi a tutti gli effetti.

Cosa succederà d’ora in poi, quindi? Le 400 persone che stanno testando il servizio a Chandler continueranno a prenotare il taxi come hanno fatto finora, usando l’apposita app Waymo, ma riceveranno una notifica ad hoc nel caso in cui la corsa non preveda la presenza di un pilota umano, e alcune informazioni su cosa aspettarsi in quell’evenienza. Per ogni problema o dubbio, potranno contattare il supporto.

Waymo in ogni caso, per ora, non permetterà ai passeggeri di richiedere esplicitamente un taxi autonomo.

L’evoluzione di Waymo

Waymo lavora in questo settore dal 2009 e negli ultimi anni ha fatto grossi progressi. Nel 2016 ha dato il via ai primi test in Arizona, e a dicembre dell’anno scorso ha lanciato il citato servizio di robo-taxi, Waymo One, permettendo alle persone che facevano parte della sperimentazione di portare amici e conoscenti a bordo e di lasciare un feedback. In tutti i test precedenti, i passeggeri avevano invece dovuto firmare accordi di non divulgazione.

Waymo One non aveva però convinto tutti. Alcuni analisti avevano interpretato la presenza del guidatore di emergenza come un segnale del fatto che le auto a guida autonoma fossero ancora una realtà molto lontana da venire.

Inoltre, lo scorso gennaio la polizia di Chandler aveva riferito che decine di monovolume erano stati presi di mira e danneggiati da parte di cittadini contrari all’introduzione delle auto a guida autonoma (mettendo peraltro a rischio la sperimentazione: ogni volta che le auto erano state prese di mira, il pilota di emergenza è ovviamente dovuto intervenire per prendere il controllo). Ora sembra che questi problemi siano alle spalle e Waymo sia pronta per tagliare il traguardo.

The post Waymo sta per presentare l’auto completamente autonoma appeared first on Wired.