Il bottone di emergenza di Facebook arriva anche su Whatsapp

0
17
Questo post è stato pubblicato da this site
Il Safety check di Facebook
Il Safety check di Facebook

In caso di emergenza, catastrofe ambientale, attentato o stato di crisi, Facebook ha una funzionalità che permette agli utenti di rassicurare i propri contatti informandoli del proprio stato di salute se ci si trova nella zona interessata.

Facebook ora ha però deciso di espandere le funzioni che Crisis Response, così si chiama la funzione di segnalazione catastrofi che attualmente stata utilizzata in più di 300 emergenze in oltre 80 paesi, aggiungendo un supporto per la condivisione in diretta delle informazioni, l’integrazione con WhatsApp e l’espansione degli strumenti Data for good per mappare al meglio i disastri e agevolare gli spostamenti e l’arrivo dei soccorsi.

Crisis Response è l’evoluzione di Safety Check, funzione creata per avvisare i partenti a seguito di un disastro, e Facebook sta dando a questo strumento la giusta importanza permettendo così, a chi ne fa uso in caso d’emergenza, di condividere informazioni direttamente dal luogo del disastro. Così facendo è possibile mantenere aggiornata la situazione e mettere al corrente tutti sullo stato di eventuali crolli, in caso di terremoto, o di strade chiuse in modo da agevolare ulteriormente l’arrivo dei soccorsi.

Oltre alle nuove funzionalità Crisis Response continuerà a permettere la condivisione di richieste e offerte di aiuto come in precedenza, tramite post sul proprio feed o tramite messaggio via Messenger.

Crisis Response permetterà di contattare direttamente su WhatsApp chi offre o richiede aiuto (fonte: Facebook)

La grande novità arriva con il collegamento a WhatsApp da parte di Crisis Response. Sebbene sia solamente una parziale integrazione, Crisis Response permetterà l’invio di richieste e offerte di aiuto tramite WhatsApp e non più tramite la sola condivisione su Facebook e via Messenger. Ciò vuol dire che l’intero set di funzionalità di Crisis Reasponse non arriverà sull’applicazione di messaggistica ma sarà possibile contattare chi offre o richiede aiuto, direttamente su WhatsApp semplicemente cliccando sull’apposito pulsante che si trova sul post di Facebook.

L’ultimo upgrade della funzionalità riguarda i cosiddetti Data for good. Tramite delle partnership con oltre 100 organizzazioni, Facebook fornisce le mappe di dei disastri permettendo una migliore organizzazione dei soccorsi e fornendo informazioni su dove distribuire gli eventuali aiuti materiali. Il tutto sarà possibile grazie all’aggregazione dei dati raccolti dalle segnalazioni e dai post degli utenti in forma anonima a rispetto della loro privacy.

The post Il bottone di emergenza di Facebook arriva anche su Whatsapp appeared first on Wired.