mercoledì, Dicembre 1, 2021

Save spa: 33 milioni di euro per il Water Terminal e il Moving Walkway

Must Read

Questo post è stato pubblicato da this site

Enrico Marchi, presidente Save e Graziano Delrio ministro delle infrastrutture e dei trasporti

Enrico Marchi, presidente Save e Graziano Delrio ministro delle infrastrutture e dei trasporti

Con l’inaugurazione delle due importanti opere, il nuovo Water Terminal e il Moving Walkway l’aeroporto Marco Polo di Venezia si pone sempre più al centro dell’attenzione internazionale come scalo di primo livello, il terzo in Italia dopo Fiumicino e Malpensa, con 11 milioni di passeggeri e una crescita ad oggi, del 3,2% sullo scorso anno. L’intervento, un investimento complessivo di 33 milioni di euro, rientra tra le opere previste nel Piano di sviluppo dell’aeroporto per il periodo 2012 – 2021. Si tratta di due infrastrutture che accrescono il livello dei servizi offerti ai passeggeri attraverso soluzioni architettoniche funzionali, che coniugano tradizione edilizia veneziana con le più moderne tecnologie, la cui operatività partirà dal 10 novembre. Il nuovo Water Terminal è un edificio di 5mila mq posto lungo il lato nordest della darsena e si sviluppa come un pettine per raccogliere il flusso dei passeggeri provenienti “via acqua”. Vista dal fronte della laguna, la struttura si configura come una successione ritmica di pieni e vuoti, i primi rappresentati dai pilastri di appoggio in mattoni, i secondi dalla campate che li separano e che ospitano gli attracchi dei motoscafi ai 12 pontili per un totale di 24 approdi: due pontili sono adibiti a trasporto collettivo, nove sono dedicati ai water taxi e un pontile è riservato a utenti a ridotta mobilità. Il Moving Walkway, a cui si accede dal Water Terminal attraverso due scale mobili e tre ascensori, è un percorso pedonale sopraelevato che collega la darsena dell’aeroporto con il parcheggio multipiano e il terminal passeggeri. Il concept architettonico a cui si sono ispirati i progettisti è quello della High Line di New York che, recuperando una linea ferroviaria dismessa, si snoda tra gli edifici di Manhattan offrendo un punto di vista privilegiato da cui ammirare il paesaggio circostante. Così, il percorso pedonale assistito si sviluppa dalla darsena all’aerostazione attraverso una galleria sopraelevata e climatizzata, lunga 365 metri, e servita da 5 coppie di tappeti mobili che permettono di percorrere la distanza in 10 minuti.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Conca della Campania, Una Terra incontaminata che punta a promuoversi per valorizzare le eccellenze del territorio

Conca della Campania ha presentato la propria offertaa Firenze al The World in Florence, il primo Festival Internazionale delle...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img