martedì, Dicembre 7, 2021

Sky si trasferisce a Milano: perché è una buona e una cattiva notizia

Must Read

Questo post è stato pubblicato da this site

Un piano di trasferimenti e tagli al personale decisamente pesante quello annunciato ieri da Sky in un incontro con i sindacati romani: nei prossimi mesi, infatti, sono previsti un totale di 200 esuberi in molti settori operativi sia a Roma sia a Milano, ma anche il trasferimento nel capoluogo lombardo di circa 300 dipendenti, fra i quali la redazione di SkyTg24.

sky-italia

Giornalisti soprattutto, ma anche commerciali e addetti IT (oltre a una decina di dipendenti della Control Room che arriveranno da Cagliari): un vero e proprio esodo che svuoterà la sede romana di Sky in direzione di Milano. Nella Capitale rimarrà solo una parte della redazione della rete all news (la sezione politica e quella del Centro Sud), oltre ai settori Facility Management e Finance di molto ridimensionati.

La scelta della pay tv appare molto controversa, anche perché negli scorsi mesi la stessa Sky aveva dichiarato di aver aumentato nel 2016 sia i ricavi sia gli abbonati. Ma è il quadro generale dei media in Italia a preoccupare i vertici aziendali: “Viviamo in un contesto globale in rapida evoluzione, al quale dobbiamo continuare a rispondere con flessibilità e senza esitazioni“, ha scritto in una lettera ai sindacati l’AD Andrea Zappia, che sottolinea anche come Sky abbia investito dal 2003 oltre 20 miliardi di euro nel nostro Paese seppur all’interno di “quadro di regole obsoleto e spesso disincentivante”. Preoccupazioni che si accrescono grazie alle recenti notizie sulle vicende Vivendi-Mediaset e sulla concorrenza cavalcante di Netflix e Amazon.

Da alcune parti la scelta di potenziare la sede di Milano, già oggetto di innovativi investimenti, giunge come un segnale positivo nell’ambito di una crescita internazionale sempre più marcata della città (notizie di questi giorni confermano l’aumento di turisti ma anche di residenti nel territorio milanese). Inoltre Sky, nell’ambito dell’integrazione paneuropea delle operazioni del gruppo, ha già accentrato negli headquarter di Santa Giulia le attività di broadcasting per la sorella Sky Deutschland, l’hub creativo di Sky Arte e il controllo delle Produzioni Originali (che vantano il recente successo di The Young Pope, da questa settimana trasmesso anche da Hbo negli States).

skytg24

Rimane forte, però, lo sconcerto per un’azienda in crescita che decide di lasciare a casa parecchi dipendenti, trasferirne altri in massa e dismettere sedi non strategiche (anche se sono già state annunciate “azioni per mitigare gli impatti del piano di riorganizzazione“). In particolare lascia perplessi la scelta di portare SkyTg24 a Milano, lontano cioè da quella che, nel bene o nel male, è la città dove si concentrano gli organi di stampa e le istituzioni della politica. La Cgil laziale chiama in causa “le forze politiche di Roma (a partire dall’amministrazione comunale) che sembrano quasi assuefatte a questo declino, impegnate come sono in dibattiti surreali“.

Il trasferimento di Sky si inserisce dunque in un contesto più ampio in cui i problemi cronici di Roma fanno fuggire professionalità e crescita imprenditoriale, attratte invece dal recente rinascimento milanese. Individuare poli di sviluppo in un Paese moderno è naturale, eppure non deve sfuggire la realtà di un Centro-Sud sempre più abbandonato a prospettive di arretratezza: più che un problema di Sky, azienda privata che cerca le migliori prospettive di sviluppo, questo dovrebbe riguardare e allarmare soprattutto istituzioni e governo.

The post Sky si trasferisce a Milano: perché è una buona e una cattiva notizia appeared first on Wired.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Mazda2 Hybrid, debutta la prima Full Hybrid con le forme della Toyota Yaris

Mazda ha lanciato ufficialmente il suo primo modello dotato di un powertrain Full Hybrid. Si tratta della Mazda2 Hybrid...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img