venerdì, Dicembre 3, 2021

Chelsea Manning, che cosa sappiamo grazie a lei

Must Read

Questo post è stato pubblicato da this site

I servizi segreti statunitensi  usarono la Turchia come base per programmi di rendition staordinaria (foto: getty images)Sfoglia gallery21 immagini

Usa e rendition I servizi segreti statunitensi usarono la Turchia come base per programmi di rendition staordinaria (foto: getty images)

Usa e rendition
Usa e rendition I servizi segreti statunitensi usarono la Turchia come base per programmi di rendition staordinaria (foto: getty images)
Gaza al collasso
Gaza al collasso Una Gaza sull’orlo del collasso era l’obiettivo di Israele (foto: Getty Images)
I problemi con il Pakistan
I problemi con il Pakistan Milioni di dollari in aiuti militari al Pakistan per lottare contro le rivolte interne andarono in mani illegittime o furono destinati ad altri usi dal governo (foto: A Majeed/AFP/Getty Images)
La guerra sul clima
La guerra sul clima Alla Conferenza sul clima di Copenaghen gli americani hanno forzato la mano con mezzi impropri (foto: Getty Images)
La corruzione
La corruzione Corruzioni e tangenti sono una realtà emersa dai cables, anche a livello diplomatico (foto: Alex Wong/Getty Images)
I rischi e le omissioni
I rischi e le omissioni Omissioni e silenzi su un disastro sfiorato in Libia connesso all’uranio arricchito (foto: AFP/Getty Images)
Spionaggio alle Nazioni Unite
Spionaggio alle Nazioni Unite Spionaggio a tutto tondo anche nelle Nazioi Unite e all’estero grazie ai diplomatici (foto: STEPHANE DE SAKUTIN/AFP/Getty Images)
Afghanistan corrotto
Afghanistan corrotto Da centinaia di cables emerse la realtà dell’Afghanistan come paese ormai compromesso sul fronte della legalità (foto: SHAH MARAI/AFP/Getty Images)
Le rivelazioni storiche su Iraq e Kuwait
Le rivelazioni storiche su Iraq e Kuwait Alcuni cables chiarirono il quadro degli eventi che precedette l’invasione del Kuwait nel 1990 (foto: Getty Images)
Le deviazioni sui fatti
Le deviazioni sui fatti Sui rapporti tra Russia-Georgia i diplomatici non dicevano il giusto a Washington (foto: Getty Images)

Per Chelsea Manning è arrivata la riduzione della pena: la soldatessa statunitense era stata condannata a 35 anni per i leaks passati all’organizzazione di Julian Assange, nel 2010, quando ancora era ancora l’analista Bradley Manning. Il Cablegate, lanciato dalla piattaforma di Assange WikiLeaks sul finire del 2010 con l’apporto ai tempi di alcuni grandi giornali internazionali, ha svelato dettagli mai emersi prima sul rapporto tra Usa e partner internazionali, non solo attori statali. I giornalisti Greg Mitchell e Kevin Gosztola in Truth and Consequences  affrontarono il caso Manning, citando nel testo, poi aggiornato dopo la condanna nel 2013, diverse acquisizioni rese possibili grazie alla divulgazione dei leaks. Un  aspetto che già ai tempi, come scriveva nel 2013 Mitchell su The Nation, rendeva particolarmente importante l’apporto di Manning.

Ripercorriamo alcune rivelazioni particolarmente importanti e ancora oggi foriere di conseguenze.

The post Chelsea Manning, che cosa sappiamo grazie a lei appeared first on Wired.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

5 divertenti attrazioni da vedere a Londra da non perdere

Quando si decide di organizzare una vacanza a Londra bisogna essere consapevoli che ciò di fronte a cui ci...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img