martedì, Settembre 27, 2022

Spark, la prova del drone per i selfie

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Primo quadricottero di Dji sotto i 300 grammi, si controlla con i comandi gestuali

A questo punto non manca più nessuno. Oggi abbiamo finalmente provato Spark, il nuovo drone di Dji che va a completare la sua linea di quadricotteri. A livello consumer, tralasciando quindi i mezzi professionali, Dji ha nel paniere il classico Phantom, il pieghevole Mavic Pro e ora si aggiunge questa pulce, il più piccolo di tutti.

Le dimensioni sono fondamentali perché Spark, senza paraeliche è bene precisarlo, pesa 295 grammi e sta quindi sotto la soglia dei 300 grammi. Una soglia fondamentale visto che, oltre a permetterci di pagare meno di assicurazione, consente di realizzare filmati professionali senza bisogno di patentino. Sotto quel peso, infatti, tutti gli scenari sono considerati non critici e basta registrarsi all’Enac come operatori per usare foto e filmati anche per lavori sotto compenso.

Spark, però, è anche un drone per amatori e principianti. È semplicissimo da usare e ha la particolarità di poter funzionare senza bisogno di radiocomando o dello smartphone.

La fotocamera di bordo — una 12 megapixel con sensore da 1/2,3 pollici che registra filmati in Full Hd — serve anche per il riconoscimento gestuale. Prima di tutto prendiamo in mano questa pulce di 143x143x55 millimetri e la accendiamo: la fotocamera scansiona il viso per riconoscerci e il drone inizia a fluttuare. A questo punto se gli si mostra una mano inizia a ricevere i controlli: se muovi la mano lui si sposta, se lo saluti si allontana e quando vuoi scattare una foto basta unire pollici e indici a formare un quadrato come fanno i registi.

Leggi anche

Il drone capisce tutto e imposta l’autoscatto, ci dà 3 secondi per metterci in posa e la foto è servita.

Ovviamente possiamo abbinarlo allo smartphone esattamente come gli altri droni della Dji e qui, all’interno dell’app dedicata, troveremo le funzioni smart che consentono manovre da professionisti in un tocco. Con QuickShot, Spark vola lungo un tragitto predefinito mentre registra un breve video seguendo il soggetto e ha quattro opzioni: Rocket invia lo Spark in cielo con la videocamera puntata verso il basso, Dronie lo fa volare allontanandosi dal soggetto, con Circle ruota intorno al soggetto mentre Helix lo fa girare a spirale.

Ci sono poi TapFly che consente di far volare Spark verso un punto desiderato toccandolo sullo schermo del tuo smartphone, e ActiveTrack, che gli permette di riconoscerci e seguirci mantendoci al centro dell’inquadratura e variando altitudine in caso andiamo in discesa. Insomma, è la nuova frontiera delle action cam.

Se volessimo scatenare la piccola belva, ecco la modalità Sport. I comandi passano tutti in mano all’operatore e Spark può viaggiare fino a 50 km/h. È la modalità più divertente, soprattutto se si utilizza Goggles, il visore di Dji che consente il volo in prima persona, ma è anche la più pericolosa quindi la consigliamo solo agli esperti. In più, con Sport la carica della batteria si esaurisce in fretta e l’autonomia dichiarata di 16 minuti cala drasticamente.

Al momento Spark è disponibile in preordine sul sito dell’azienda e il prezzo per il pacco base che comprende il drone, una batteria e tre paia di eliche è di 599 euro. Meglio però puntare al Fly More Combo, kit che a 799 euro offre pure una seconda, fondamentale, batteria, il caricabatterie, quattro paia di eliche, e il telecomando. Questo non è solo un accessorio: aumenta infatti la portata del drone, permettendoci di farlo volare fino a due chilometri di distanza, mentre invia filmati a 720p in tempo reale. Se stai pensando di usare Spark per motivi professionali non puoi ovviamente farne a meno.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento?

Segui

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Vent'anni fa, Minority Report aveva già capito perché la polizia predittiva avrebbe fallito

Non solo: lo stesso meccanismo che porta Anderton faccia a faccia con il presunto assassino di suo figlio è...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img