mercoledì, Novembre 30, 2022

Global warming, per gli scienziati ci fa anche dormire male

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Un solo grado in più potrebbe toglierci tre notti di sonno in un mese. I risultati di uno studio di Harvard e Mit

Scioglimento dei ghiacci, perdita delle barriere coralline, ma non solo: il cambiamento climatico, dimostrano gli scienziati, fa sentire i suoi effetti anche all’interno del nostro corpo. Un ampio studio condotto e pubblicato dall’Università di Harvard e dal Mit di Boston ha infatti appena decretato che l’innalzamento delle temperature del Pianeta condiziona (in peggio) la qualità del nostro sonno.

Interrogati su quali fossero le notti in cui facevano difficoltà ad addormentarsi, 765mila statunitensi hanno individuato quanti giorni al mese questo succedeva; i dati sono poi stati confrontati con i rilevamenti delle centraline meteo delle aree corrispondenti, trovando di fatto una corrispondenza tra le notti in bianco e le temperature più alte.

Sembra addirittura che un solo grado in più nell’arco di un mese possa portare anche a tre notti di sonno insufficiente per cento persone. E nel futuro? Secondo le previsioni, se le temperature continueranno a crescere a questo ritmo, le notti in bianco potrebbero aumentare fino a raddoppiare nel 2050.

(Science)

Leggi anche

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento?

Segui

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Voucher, il ritorno della manovra Meloni

Con la prima legge di bilancio del governo Meloni, tornano sulla scena del mercato del lavoro italiano i voucher,...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img