3 cose da sapere per difendersi dalle truffe online durante i saldi

0
206
Questo post è stato pubblicato qui
ecommerce-2607114_960_720
immagine: pixabay

Da qualche giorno, in alcune regioni (in Campania dal 29 giugno), sono già iniziati i saldi estivi nei negozi, e dal 6 luglio prossimo cominceranno in tutta Italia. Stesse date anche per i saldi online, una modalità di fare acquisti che riscuote di anno in anno sempre maggior successo, arrivando a produrre un giro d’affari di circa 40 miliardi di euro. Ma come sempre bisogna stare attenti alle truffe: ecco quindi i principali consigli delle associazioni di consumatori e di giganti del tech come Google.

Controllare i siti

Per quanto riguarda lo shopping online, la prima regola da seguire è quella di recuperare strumenti software, come antivirus o programmi specifici, in grado di controllare l’affidabilità dei siti internet. C’è infatti la possibilità che alcuni siti, dopo aver incassato il pagamento, non spediscano la merce.

Sempre per valutare la sicurezza dei portali, è necessario controllare che l’indirizzo url si presenti nella forma https://. Di conseguenza si dovranno evitare i siti il cui indirizzo comincia soltanto con http, perché in quel caso il sito non utilizza una connessione sicura. In questo, un aiuto è fornito, ad esempio, da Safe Browsing, lo strumento di Google che consente di identificare i siti potenzialmente dannosi.

Attenzione alle recensioni

Un altro consiglio importante riguarda il controllo sulla reputazione del sito. Gli utenti devono fare qualche ricerca tra i commenti e le valutazioni di altri consumatori, soprattutto quando si tratta di rivenditori terzi ospitati su piattaforme come Amazon ed eBay o di siti meno conosciuti, sui quali spesso si trovano super offerte di cui sarebbe meglio diffidare.

Federconsumatori mette in guarda anche dalle descrizioni dei prodotti poco chiare o incomplete. Per gli acquisti online è sempre bene fare più attenzione ai dettagli, per capire la qualità di ciò che si sta acquistando. Per questo le fotografie della merce devono mostrare il prodotto in ogni sua parte.

Occhio ai pagamenti

Altro capitolo riguarda le modalità di pagamento. In questo caso sarebbe meglio ridurre al minimo l’uso della carta di credito e preferire invece sistemi come carte ricaricabili o piattaforme di pagamenti digitali. Da evitare assolutamente sono le connessioni wifi pubbliche, perché i dati forniti nelle transazioni potrebbero essere rubati in ogni momento.

Nel caso in cui venga richiesta la creazione di un account, Google raccomanda ancora di utilizzare servizi come un password manager. Infine, si ricorda che nel caso di acquisiti online il Codice del consumo prevedere 14 giorni di tempo dalla consegna del prodotto per restituire la merce senza dover pagare nulla.

The post 3 cose da sapere per difendersi dalle truffe online durante i saldi appeared first on Wired.