Xiaomi Mi A3: il migliore smartphone sotto i 250 euro

0
160
Questo post è stato pubblicato qui
Mi A3
(Foto: Xiaomi)

Arriva sul mercato l’atteso nuovo Xiaomi Mi A3, ovvero l’ultimo nato della premiata famiglia di smartphone caratterizzata da un design moderno, dall’adesione al programma Android One per un’esperienza pura con il sistema operativo di Google e con caratteristiche tecniche di buon livello. Non è un azzardo considerarlo la migliore proposta sotto i 250 euro di prezzo. Che cosa mette sul piatto?

Il successo globale di Xiaomi Mi A1 e Xiaomi Mi A2 è stato così evidente che, da soli, questi due modelli hanno superato le vendite di tutti gli altri cellulari Android One. Per questo motivo la terza generazione ha creato una grande aspettativa.

Il programma Android One prevede la presenza a bordo di una versione vicina a quella stock del sistema operativo del robot verde, con le società produttrici degli smartphone che non possono metterci mano con interfacce personalizzate. Vengono promessi almeno tre anni di aggiornamenti per la sicurezza e di Android stesso per due anni.

La scheda tecnica è stuzzicante visto che mette a disposizione il SoC Snapdragon 665 (A2 aveva il 660 e A1 il 625) con 4 gb di ram e il doppio dello spazio di archiviazione, pari a 64 gb con una variante da 128 gb in uscita a breve. Sarà più che ben accolta la presenza di un componente non presente su A2, lo slot per l’espansione della memoria via microsd.

Xiaomi Mi A3
(Foto: Xiaomi)

Android 9 sarà aggiornato a Android Q 10 entro fine dell’anno, mentre il quadro dell’hardware si completa con una batteria generosa da 4030 mAh ricaricabile rapidamente a 18 watt, connessione veloce tramite network 4g lte, modulo bluetooth 5.0 e il jack da 3,5 mm che fa un gradito ritorno dopo l’assenza sul modello 2018.

Il design è molto gradevole con un notch discreto a goccia sul fronte (all’interno c’è una selfie camera da 32 megapixel) e bordi limitati tutto intorno allo schermo, retro che dall’alluminio passa al vetro e la presenza di un terzo sensore fotografico.

L’occhio principale è da 48 megapixel con la capacità di accorpare 4 pixel contigui per ottenere un’immagine da 12 megapixel più definita soprattutto in condizione di luce ambientale scarsa. È accompagnato da un grandangolo da 118 gradi e 8 megapixel e un sensore per la profondità di campo da 2 megapixel per creare l’effetto bokeh ma non solo.

Particolare la scelta relativa allo schermo che da un lcd passa a un super amoled ma abbassa la risoluzione a 720p dai 1080p precedenti. Lo smartphone uscirà in Europa (Spagna, in primis) il 24 luglio e a stretto giro negli altri paesi a un prezzo di 249 euro nelle colorazioni grigio, blu e bianca.

The post Xiaomi Mi A3: il migliore smartphone sotto i 250 euro appeared first on Wired.