Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato avvelenato?

0
156
Questo post è stato pubblicato qui
Il leader dell’opposizione Alexei Navalny (foto: Sefa Karacan/Anadolu Agency/Getty Images)

Questa mattina il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato dimesso dall’ospedale dove era stato ricoverato domenica 28 luglio per un sospetto rigonfiamento del volto, un’infezione all’occhio destro e un’eruzione cutanea, e riportato in cella. Deve scontare una condanna di 30 giorni per aver organizzato una manifestazione non autorizzata sabato 27 luglio per protestare contro l’esclusione di alcuni candidati dell’opposizione alle elezioni locali (la manifestazione domenica ha portato la polizia russa ad arrestare quasi 1400 persone).

Non si sa di preciso perché Navalny si sia sentito male e cosa abbia causato quello sfogo: inizialmente la sua portavoce Kira Yarmysh e le autorità dell’ospedale avevano detto che quei sintomi potevano corrispondere ad una reazione allergica, mentre questa mattina un dottore che lavora nella struttura ha detto che si è trattato di semplice orticaria e Navalny si sta riprendendo. Una dottoressa che lo ha avuto in cura in passato e ha parlato brevemente con lui nella giornata domenica, e il suo legale, sono però convinti che sia più appropriato parlare di un tentativo di avvelenamento.

Una vicenda sospetta

La sua è stata una reazione tossica a una sostanza chimica. È assurdo parlare di allergia,” ha detto Anastasia Vassilieva, la dottoressa, precisando che Navalny non ne ha mai sofferto e che non le è stato permesso di visitarlo. “Un’altra intossicazione potrebbe condurre veramente ad uno stato grave e serio”. Sia Vassileva che Olga Mikhailova, l’avvocato di Navalny, non volevano che fosse dimesso, ma non sono riuscite a opporsi. Entrambe stanno ora cercando di garantire al leader l’assistenza sanitaria necessaria durante il restante periodo di detenzione.

Per sapere se qualcuno ha cercato di avvelenare Navalny, bisognerà aspettare i risultati dei test che verranno condotti da un’autorità indipendente sulla maglietta che indossava e su un suo campione di capelli.

Mentre Navalny si trovava in ospedale, un altro dissidente russo nonché suo collaboratore, Leonid Volkov, ha detto di aver avuto gli stessi sintomi dopo aver passato un periodo di tempo nella stessa cella in cui si trovava Navalny prima del ricovero.

Le proteste di Navalny

Navalny è un avvocato e la principale figura dell’opposizione a Vladimir Putin in Russia. Ha organizzato ripetutamente proteste e manifestazioni, spesso non autorizzate, contro il Cremlino e il governo e per questo è stato più volte condannato e incarcerato, a partire dal 2011.

Secondo la Corte europea dei diritti umani, in almeno due casi la sua detenzione è stata arbitraria e di matrice politica. Navalny è stato anche vittima di un’aggressione nel 2017, quando è stato colpito con una sostanza chimica all’occhio e ha rischiato di perdere la vista.

La sua condizione ha spesso attirato l’attenzione dell’opinione pubblica sulla continua repressione delle opposizioni in Russia. Solo nella giornata di sabato, come si accennava sopra, la polizia ha arrestato circa 1400 persone e ha trattenuto 20 persone, tra le quali alcuni giornalisti, che si erano radunati di fronte all’ospedale dove era stato ricoverato Navalny.

The post Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato avvelenato? appeared first on Wired.