Un generatore automatico di governi corre in aiuto di Mattarella

0
148
Questo post è stato pubblicato qui
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alle consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo (foto: Stefano Montesi - Corbis/Getty Images)
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alle consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo (foto: Stefano Montesi – Corbis/Getty Images)

Martedì 27 agosto riprenderanno al Quirinale le consultazioni per capire come uscire dall’impasse della crisi di governo aperta dal ministro Matteo Salvini contro l’esecutivo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Arrivata come una doccia gelata nel bel mezzo di questo agosto, la fine dell’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega ha però colto molti impreparati riguardo alle possibili proposte per il futuro.

Così, tra governi balneari, attacchi continui tra i vari schieramenti e conferenze stampa in spiaggia tra un cocktail e l’altro, sulla rete hanno deciso di darsi da fare per presentare possibili formazioni di governo. Alla classica partita a carte sotto l’ombrellone o alle elucubrazioni da Fantacalcio, c’è chi preferisce dedicarsi alacremente alla politica da spiaggia con il generatore automatico di governi.

Governi ballerini

L’idea degli sviluppatori del portale è quella di ironizzare sulla scarsa durata dei governi del nostro Paese facendo presente che, come sempre, anche l’attuale esecutivo è destinato a concludersi prima della normale conclusione della legislatura. Del resto, se non fosse tragica la situazione sarebbe ridicola, dato che nella relativamente breve storia della Repubblicana italiana si sono susseguiti ben 65 governi in 73 anni, con una media di un nuovo governo quasi ogni anno e tre mesi.

E anche il governo gialloverde nato a giugno dell’anno scorso e presieduto da Conte ha rispettato perfettamente la media, essendo stato in carica all’incirca per 440 giorni. Vale quindi davvero la pena seguire il consiglio del sito e avere un’alternativa pronta per una nuova squadra di ministri. Allora, basta cliccare sul tasto “Genera un nuovo Governo!” ed ecco pronta la formazione, scelta completamente a caso tra le possibilità più assurde e semicomiche suggerite dagli utenti e che raggruppano attori, conduttori tv, cantanti, sportivi, ma anche aziende, personaggi dei fumetti e dei cartoni animati.

Il toto-ministri

I nostalgici della commedia all’italiana, per esempio, potrebbero così apprezzare di trovarsi Alvaro Vitali come presidente del Consiglio, la Contessa Pia Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare di fantozziana memoria come ministra dell’ambiente e Tutela del territorio e del mare, e allo stesso tempo il cantante Fabio Rovazzi ai beni e attività culturali e turismo o Kenny di South Park alla Salute.

Batman alla Difesa e Le Olgettine alla Giustizia, invece sarebbero il fiore all’occhiello di un governo guidato da Alba Parietti. Ma c’è anche la possibilità di avere l’azienda Uber a guidare il ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al posto di Danilo Toninelli, nei confronti del quale per altro erano state presentate anche delle mozioni di sfiducia da parte delle opposizioni, poi bocciate dal voto parlamentare.

Insomma, in attesa che la “politica faccia il suo corso”, come si dice in questi casi, ci si può divertire a leggere le combinazioni più surreali e strampalate. Chissà che tra le tante non ne esca una inaspettata in grado di competere in maniera seria con la realtà.

The post Un generatore automatico di governi corre in aiuto di Mattarella appeared first on Wired.