Star Wars: L’ascesa di Skywalker, il nuovo trailer spiegato

0
234
Questo post è stato pubblicato qui

Durante la convention D23 Expo tenutasi lo scorso weekend ad Anaheim, Disney ha presentato tutta la potenza di fuoco dei suoi progetti futuri e ovviamente non potevano mancare le novità riguardanti Star Wars. In particolare è stato diffuso in questi giorni uno special look di Star Wars: L’ascesa di Skywalker, una specie di teaser che riallaccia la storia della saga con quello che sarà l’ultimo capitolo della trilogia sequel e che con tutta probabilità porterà a termine, con la sua uscita il prossimo dicembre, l’epopea degli Skywalker.

Dopo una serie di immagini che ripropongono gli eroi storici dei film precedenti (da Han Solo ai giovani Leia e Luke Skywalker, passando però anche dal giovane Anakin e dalla sua evoluzione malvagia Darth Vader), vediamo anche una breve ma significativa rassegna di nuove immagini che saranno comprese nel prossimo film. Ecco quello che si riesce a capire o a intuire da queste scene.

Per prima cosa osserviamo il gruppo dei nuovi protagonisti, Rey, Finn e Poe, accompagnati dai veterani Chewbecca e C3po giungere nei pressi di un grande accampamento su un pianeta desertico (probabilmente lo stesso che si era visto nel primo trailer e che secondo alcuni fonti dovrebbe portare il nome di Pasaana). L’espressione sul viso di Poe sembra denotare sconforto: che siano arrivati troppo tardi?

Subito dopo vediamo un’immagine sorridente del generale Leia Organa: la presenza di Carrie Fisher, scomparsa nel 2016, è stata garantita attraverso scene già girate per i precedenti film della trilogia, anche perché questo film (dopo Han Solo ne Il risveglio della forza e Luke Skywalker ne Gli ultimi Jedi) dovrebbe essere incentrato proprio su di lei. La vediamo nella stessa foresta in cui, qualche scena più tardi, Rey lancia una spada laser (quella di Anakin e Luke rimessa a nuovo?) verso un albero per poi riafferrarla; che tocchi dunque a Leia ultimare il percorso della ragazza verso la pienezza della Forza?

Non c’è molto tempo per l’addestramento in ogni caso: sullo sfondo di cieli per ora sconosciuti, infatti, vediamo apparire le due armate stellari a confronto. Da una parte un gruppo variegato di navi della Resistenza, fra cui si distinguono Y-Wing bomber, T-70 X-Wing, RZ-2 A-Wing e anche un grande classico (visto ne Il ritorno dello Jedi), il B-Wing. D’altra parte compare anche una minacciosa flotta di Star Destroyer: i più attenti però hanno notato che il loro design non è quello rinnovato del Primo ordine ma appartiene ai tempi dell’Impero; secondo alcune ipotesi sarebbero le navi che, nei romanzi legati alla saga, Palpatine aveva inviato ai margini della galassia per esplorarne le zone ancora sconosciute e che lì sarebbero rimaste per preparare una nuova invasione. Potrebbero essere queste navi a ospitare i Sith Troopers, ovvero i soldati ridipinti di rosso visti in precedenti anticipazioni.

Ad assistere alla comparsa di queste minacciose navi, almeno da quanto si intuisce nel montaggio di queste immagini, sono Finn e il nuovo personaggio chiamato Jannah (Naomi Ackie): a quanto pare i due sono sulla tolda del Millennium Falcon e ciò avvallerebbe precedente illazioni sul fatto che la ragazza, i cui dettagli sono ancora misteriosi, sarebbe la figlia di Lando Calrissian, visto nel primo trailer sempre a bordo della medesima nave.

Continuano poi gli indizi di distruzione, che sicuramente dominerà il nuovo film. Innanzitutto vediamo ergersi una versione parecchio strana di C3po, con occhi rosso sangue. Che il droide sia stato riprogrammato in funzione malvagia? Non sarebbe una novità, dato che nei fumetti Marvel di Darth Vader ha debuttato Triple Zero (o 000), un droide protocollare programmato proprio per intenti malefici. Subito dopo però vediamo qualcosa di ancora più preoccupante: un gruppo roccioso viene spazzato via da un potente raggio di energia, che ricorda quello sparato dalla Morte nera, i cui piani di ricostruzione però sembravano essere sventati. Che invece il Primo ordine sia riuscito a realizzarne una nuova versione?

Dopo immagini che li vedono sguainare rispettivamente le loro armi, vediamo i due protagonisti della nuova trilogia, Rey e Kylo Ren, scontrarsi sopra quelli che sembrano i resti della vecchia Morte Nera, in mezzo a un mare in tempesta (una scena che richiama da vicino l’ultimo poster ufficiale diffuso proprio alla D23). Poco prima si sente la voce di Palpatine pronunciare le parole: “Il tuo viaggio si avvicina alla fine“, e questo sembra riferirsi a Kylo Ren inquadrato in quel momento, anche se è possibile che si riferisca alla stessa Rey.

Quest’ultima ipotesi non è poi così stravagante: dopo alcuni suoni raccapriccianti uditi a schermo nero, compreso il respiro meccanico di Darth Vader, vediamo infatti una Rey in una versione decisamente inedita. Vestita e incappucciata di nero, la ragazza impugna una nuova spada laser doppia e dal colore rosso, ovvero il colore delle armi di solito impugnate dagli appartenenti al Lato oscuro. Che Rey sia stata plagiata e corrotta dall’intervento di Palpatine fino a entrare nelle fila dei Sith? O forse questa immagine inserita all’interno del film assume tutt’altro significato? Non bisogna dimenticare che JJ Abrams, regista di questa ultima pellicola, è molto abile in cambi di scenario di questo tipo. Tutte le risposte arriveranno però nei prossimi mesi e soprattutto al debutto il prossimo 20 dicembre.

The post Star Wars: L’ascesa di Skywalker, il nuovo trailer spiegato appeared first on Wired.