Perché Google Calendar è sommerso di spam

0
114
Questo post è stato pubblicato qui
Google Calendar (Photo Illustration by Rafael Henrique/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

Google ha informato i suoi utenti che è al lavoro per trovare una soluzione all’invasione di spam su Google Calendar. Negli ultimi mesi gli spammer hanno trovato un modo per aggiungere di nascosto spam nei calendari degli utenti senza che questi se ne accorgessero.

Questo è stato possibile grazie ad un upgrade fatto da Google Calendar, che permette di aggiungere automaticamente sul calendario di un utente un evento al quale è stato invitato tramite email.

Il problema sorge quando le email catalogate come spam mascherano il loro contenuto come se fosse un evento al quale l’utente è stato invitato. Questo stratagemma permette all’invito fasullo di superare il sistema anti spam di Google e di finire direttamente sul calendario dell’utente.

Così facendo a moltissimi utenti è capitato di ricevere una notifica dal calendario relativa a mail di spam, contenenti false offerte vantaggiose dietro cui si celavano spesso tentativi di phishing.

Sul blog ufficiale di Google, Big G afferma di essere “a conoscenza dello spam che si verifica in Calendar” e di essere al lavoro per risolvere il disagio causato da questa situazione.

Aspettando la soluzione di Google, gli utenti possono proteggersi dall’ondata di spam cambiando il modo in cui il calendario di Google gestisce gli inviti agli eventi.

Menù di Google Calendar dal quale è possibile modificare le impostazioni per prevenire la presenza di spam nel proprio calendario (screenshot da Google Calendar)

È sufficiente accedere al proprio Calendar dal sito web e raggiungere il menù delle impostazioni, facilmente riconoscibile dall’icona a forma di ingranaggio. Una volta aperto il menù basta cliccare su “Impostazioni evento” e trovare la  voce “aggiungi automaticamente gli inviti”. A questo punto basterà selezionare la voce “no, mostra solo gli inviti a cui ho risposto” per evitare di avere il calendario intasato da fastidiose mail di spam.

Un’ulteriore protezione dagli spam può essere effettuata selezionando nello stesso menù di Calendar la voce “Eventi da Gmail” e deselezionando la voce “aggiungi automaticamente eventi da Gmail al mio calendario”

The post Perché Google Calendar è sommerso di spam appeared first on Wired.