La serratura smart che permette di gestire un b&b a distanza

0
164
Questo post è stato pubblicato qui

Stanze, posti letto, mansarde, case e seconde case: tutti affittano e qualcuno subaffitta pure. E se il mercato si espande, che c’è chi coglie l’opportunità. È il caso di Vikey, startup italiana che ha lanciato un servizio di check-in completamente digitale, oggi arricchito dalla possibilità di aprire la porta di casa a distanza via smartphone.

Il sistema Vikey si basa infatti su una serratura e un citofono digitali, un’app e una piattaforma web che permettono all’ospite di svolgere tutte le pratiche del check-in, incluso il pagamento della tassa di soggiorno, senza aver bisogno di incontrare mai l’host. Con buona pace del concetto originario di bed & breakfast.

Come funziona. Per prima cosa va installato il Vikey Lock, un cilindro con tastierino che sostituisce quello europeo della serratura di casa, che così diventa digitale: per farla scattare basta inserire un codice numerico o usare la webapp Vikey sullo smartphone come chiave virtuale. Ma il padrone di casa potrà anche aprire lui stesso la porta a distanza, dopo aver ricevuto la citofonata dell’ospite sul telefono, grazie a un altro dispositivo collegato alla cornetta del citofono. L’ospite in pratica suona al citofono, qualcuno gli risponde come se fosse in casa e attraverso un’app gli apre portone e porta, anche se in quel momento si trova all’altro capo del mondo. Detto, fatto: il check-in diventa un self check-in.

E la burocrazia? “Siamo partner dei maggiori portali di prenotazioni turistiche” – spiega a Wired Matteo Caruso, co-fondatore di Vikey. “Così appena un ospite prenota un soggiorno presso un host che usa Vikey, il sistema genera un codice temporaneo che gli arriva via email o sms, permettendogli di sbrigare le pratiche di check-in online in 3 minuti, compresa firma del contratto e pagamento della tassa di soggiorno”. Il costo dell’abbonamento varia dai 10 ai 30 euro al mese, a seconda della versione che si sceglie. A questi vanno aggiunti, volendo, 5 euro al mese per il noleggio del Vikey Lock. Non servono particolari competenze per installare il tutto. “Per il dispositivo che si collega al citofono basta seguire le istruzioni, mentre per montare il cilindro con il tastierino numerico c’è solo da svitare una vite”, spiega Caruso, 29 anni, che ha fondato Vikey 3 anni fa con Luca Bernardoni (30) a Terni ed oggi, forte di 15 mila dispositivi installati in Italia, è pronto a esportare l’idea in tutta Europa: “Il prossimo passo – rivela – sarà portare Vikey in almeno altri 3 paesi nel 2020”. E così in Europa conosceranno anche quest’inedita e innovativa versione hi-tech dell’ospitalità all’italiana.

The post La serratura smart che permette di gestire un b&b a distanza appeared first on Wired.