eRosary, ora puoi pregare con il rosario smart

0
98
Questo post è stato pubblicato qui

E il rosario si fece gadget, o meglio “smart device indossabile” come si legge nella descrizione di Click to Pray eRosary, il rosario digitale prodotto dalla Gadgetek (consociata di Acer) e introdotto dalla Rete mondiale di preghiera del Papa, durante il Mese Missionario Straordinario.

Le foto non mentono: l’eRosary è un vero e proprio rosario dal design tech, resistente ad acqua e polvere, caratterizzato da una croce cromata e 10 perle di ematite, che simboleggiano la solidità della fede. All’interno della croce ci sono un sensore giroscopico, tipo quello degli smartphone, e una CPU che fanno sì che il Rosario si attivi dopo che i fedeli si sono fatti il segno della croce. Per ricaricarlo basta poggiarlo sulla sua stazione di ricarica (wireless).

Come funziona? L’eRosary si collega via bluetooth al nostro smartphone attraverso l’app ClickToPray eRosary (gratis per iOS e Android). Indossato a mò di braccialetto, vibra per ricordare sia le tre letture quotidiane che le intenzioni di preghiera di Papa Francesco per la Pace nel Mondo. Si può scegliere di pregare con il rosario standard, un rosario contemplativo, oppure con diversi rosari tematici che verranno aggiornati ogni anno.

Durante la preghiera, passando da una perla all’altra dell’eRosary, l’app va automaticamente al passaggio successivo del capitolo, registra le sessioni di preghiera a beneficio dei fedeli distratti e ricorda loro l’obiettivo spirituale da raggiungere. Non solo: ClickToPray ha una funzione “health” , che – testuale – “aiuta gli utenti a tenere traccia della distanza da percorrere giornalmente, del conteggio dei passi, del calcolo delle calorie e di un promemoria per raggiungere l’obiettivo designato”. Il che spiega perché qualcuno l’abbia già ribattezzato il fit tracker del Papa.

L’idea, va da sé, è un modo per avvicinare i giovani alla preghiera per la pace. Frédéric Fornos, SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa nel presentare il progetto ha spiegato: “Il rosario rappresenta la tradizione spirituale per contemplare il Vangelo con Maria, è una preghiera semplice e umile. In un mondo di indifferenza e di fronte a tante ingiustizie e alla povertà, in cui spesso i diritti elementari vengono negati, pregare per la pace nel mondo significa riconciliarsi con i più poveri, con lo straniero, con culture e con tradizioni spirituali e religiose, ma anche con la nostra terra, le nostre foreste, i nostri fiumi e oceani”.

Mentre Jerry Kao, presidente di Gadgetek, una consociata di Acer con sede a Tawan, si dice entusiasta “di offrire ai cattolici un legame tra tecnologia e religione con il supporto del prodotto Click to Pray eRosary. Auspichiamo inoltre, attraverso la rete dell’app Click to Pray, di raggiungere la comunità cattolica in tutto il mondo e unirla nella preghiera per le sfide dell’umanità come la salvaguardia dell’ambiente, la pace e la povertà“.

In Italia, l’eRosary è già disponibile alla vendita attraverso il sito ufficiale o Amazon, a 99 euro. Nel resto del mondo, Americhe incluse, sarà invece commercializzato nel 2020.

The post eRosary, ora puoi pregare con il rosario smart appeared first on Wired.