SpaceX vuole lanciare altri 30mila satelliti per l’internet dello spazio

0
174
Questo post è stato pubblicato qui

Non si ferma il progetto Starlink di SpaceX per la creazione di una gigantesca rete di satelliti per portare internet a banda larga con una copertura globale. La società ha depositato presso la International Telecommunication Union, l’ente che regola l’uso internazionale della banda larga, i documenti per l’autorizzazione a lanciare fino a 30mila satelliti aggiuntivi. Sommati ai 12mila già autorizzati dalla Fcc, SpaceX arriverebbe a creare una costellazione di 42mila satelliti.

SpaceX, però non lancerà tutti i satelliti della propria rete in una sola volta ma impiegherà anni ad arrivare al numero totale di satelliti. Entro il 2020 la società di Elon Musk dovrebbe lanciare le prime centinaia di satelliti utili per avviare la rete a livello commerciale.

Mentre la domanda s’intensifica per internet veloce e affidabile in tutto il mondo, in particolare per gli utenti la cui connettività è inesistente, troppo costosa o inaffidabile, SpaceX sta adottando misure per far crescere responsabilmente la capacità di rete totale di Starlink e la densità dei dati per soddisfare l’aumento previsto le necessità degli utenti”, ha commentato un portavoce di SpaceX a TechCrunch.

La mossa di SpaceX gioca d’anticipo in vista dell’aumento di concorrenti nel capo delle reti internet spaziali. Nei prossimi anni, visto il crescente interesse nel fornire una rete di comunicazioni orbitali, ci potrebbe essere una corsa per accaparrarsi spazi in orbita. Presentando ora la richiesta per 30mila satelliti la società di Musk si porta in vantaggio sulle concorrenti. A partire dal 2020 la rete Starlink, attualmente formata da 60 satelliti prototipi v0.9 senza collegamento inter-satellite o trasmettitore in banda, inizierà i 24 lanci previsti per il dispiegamento dei satelliti necessari per iniziare a fornire un segnale ai propri utenti. “Saranno necessari altri 6 lanci da 60 satelliti per avere una minima copertura di segnale”, ha spiegato Musk, “e altri 12 per una moderata”.

The post SpaceX vuole lanciare altri 30mila satelliti per l’internet dello spazio appeared first on Wired.