Il decalogo sugli integratori del ministero della Salute

0
64
Questo post è stato pubblicato qui
(foto: Pixabay)

Gli integratori non sono caramelline da buttare giù a volontà. Non sono neanche curativi, come i farmaci, ma in ogni caso vanno assunti con attenzione. Dall’etichetta alla dieta, fino a alle promesse miracolose, il ministero della Salute ha stilato un decalogo dedicato proprio agli integratori.

Il vademecum parte dalla definizione degli integratori in capsule, compresso o simili, decritti come “fonti concentrate di nutrienti o altre sostanze ad effetto fisiologico che non hanno una finalità di cura, prerogativa esclusiva dei farmaci”. Servono, continuano gli esperti del ministero, “per favorire nell’organismo il regolare svolgimento di specifiche funzioni o la normalità di specifici parametri funzionali o per ridurre i fattori di rischio di malattia”.

Chiarito cosa si intende con integratori, ecco le dieci regole d’oro del ministero della Salute per usarli in modo corretto.

1. Gli integratori non sostituiscono una dieta completa ed equilibrata o uno stile di vita sano. Insomma, non si può pensare di correggere una cattiva abitudine a tavola o la mancanza di movimento con pillole e compresse. Tra l’altro non bisogna dimenticare che una dieta corretta fornisce, in linea di massima, tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, senza ricorrere agli integratori.

2. Prima di usare un integratore, va letta con attenzione l’etichetta per accertarsi che gli effetti indicati corrispondano davvero alle proprie esigenze e per evitare di superare le quantità consigliate. Gli effetti benefici sulla salute indicati sulle etichette degli integratori devono essere preventivamente autorizzati dalla Commissione europea, dopo l’accertamento scientifico da parte dell’European Food Safety Authority (Efsa).

(foto: Pixabay)

3. L’etichetta serve inoltre a fare chiarezza sulle modalità d’uso e di conservazione, oltre a indicare tutti gli ingredienti presenti (cosa importantissima in caso di allergie o intolleranze). In caso di integratori che vanno presi per un lungo periodo, per esempio per il colesterolo o la pressione, è bene consultare periodicamente il medico per valutare l’andamento della situazione.

4. Più in generale bisogna sempre rivolgersi al medico prima di assumere integratori se non si è in buona salute o si stanno seguendo trattamenti a base di farmaci.

5. Prima di dare integratori ai bambini, si deve sempre consultare il loro pediatra. Idem per le donne in gravidanza o allattamento: ne devono parlare col medico.

6. Un prodotto naturale non è, per forza, anche sicuro. Quindi se si riscontrano effetti indesiderati o diversi da quelli attesi, è bene rivolgersi al medico o al farmacista (meglio se mostrando la confezione che si sta usando), che possono fare una segnalazione al sistema di fitovigilanza dell’Istituto superiore di sanità (Vigierbe).

7. Va ricordato che gli integratori non servono a curare le patologie (cosa che fanno invece i farmaci), ma a migliorare il benessere. Assumere più integratori della quantità consigliata non serve a nulla, anzi può risultare dannoso.

(foto: Pixabay)

8. Per perdere peso non basta una pastiglia. Gli effetti dimagranti di un integratore alimentare possono solo essere accessori e secondari rispetto al loro effetto principale. Per ridurre il sovrappeso, bisogna diminuire l’apporto calorico con una dieta adeguata dal punto di vista nutrizionale e fare attività fisica.

9. Anche chi fa sport può recuperare tutti i nutrienti che gli servono attraverso una dieta varia ed equilibrata. Se si usano integratori alimentari in ambito sportivo, si deve sempre tenere conto del tipo di sport praticato, della sua intensità e durata, delle specifiche condizioni individuali.

10. Meglio stare alla larga dagli integratori che promettono effetti mirabolanti e soluzioni miracolose, che spesso si trovano su canali non ufficiali (come alcuni siti internet). In caso di dubbio, sul sito del ministero della Salute si trova l’elenco dei costituenti ammessi negli integratori e il registro dei prodotti regolarmente notificati per l’immissione sul mercato italiano.

The post Il decalogo sugli integratori del ministero della Salute appeared first on Wired.