La Francia avrà per prima in Europa una criptovaluta di stato

0
143
Questo post è stato pubblicato qui
criptovalute
(Foto: Chesnot/Getty Images)

Mentre la Cina continua la sua corsa verso la creazione di una criptovaluta di stato e Libra prosegue la sua marcia tra i dubbi delle istituzioni finanziarie e le indagini delle autorità internazionali, anche in Europa qualcosa si muove sul fronte delle monete elettroniche. Secondo quanto si legge sul sito della Banque de France,  la Francia potrebbe essere il primo Paese dell’Unione ad avviare la sperimentazione di una cripotvaluta di stato già a partire dal 2020.

La moneta elettronica sarà controllata e rilasciata direttamente dalla Banca Centrale francese, è sarà impiegata soprattutto per transazioni “all’ingrosso” e per importi molto elevati. A spiegarlo è stato lo stesso governatore di Banque de France, Francois Villeroy de Galhau, che ha anche invitato chiunque fosse interessato a presentare i primi progetti al più presto, così da poter avviare la fase di test già l’anno prossimo.

Inoltre, “la creazione di una moneta digitale della banca centrale ci permetterà di disporre di un forte strumento di per affermare la nostra sovranità nazionale nei confronti di iniziative private come quella di Libra”, si legge ancora nelle parole di Villeroy de Galhau.

Si tratterà quindi di uno stablecoin, legato direttamente agli asset dell’istituzione nazionale. Inoltre sarà basata sulla tecnologia blockchain ma avrà un corso fisso, così da evitare i problemi legati alla volatilità delle valute digitali come bitcoin, ethereum e le altre.

Non è comunque la prima volta che in Europa si parla di valute virtuali supportate dalle banche centrali. Qualche mese fa, per esempio, era stato il governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, a sollevare la questione della necessità di trovare un’alternativa al dollaro come moneta di riferimento, e aveva avanzato l’ipotesi della creazione di una criptovaluta internazionale sul modello della Libra di Facebook ma supportata dai governi nazionali e coinvolgendo anche il Fondo monetario internazionale.

Più cauta la posizione della Banca centrale europea, che a partire dai dubbi espressi proprio nei confronti del progetto Libra, mette in guardia sul come una valuta elettronica emessa dalla Banca centrale potrebbe porre rischi per il sistema finanziario globale e per le politiche monetarie degli stati.

The post La Francia avrà per prima in Europa una criptovaluta di stato appeared first on Wired.