WhatsApp, ultimo giorno su Windows Phone: che cosa fare?

0
137
Questo post è stato pubblicato qui
Whatsapp Windows Phone
(Foto: WhatsApp)

È arrivato l’ultimo giorno in cui si potrà utilizzare WhatsApp su smartphone Windows Phone (e Windows Mobile). Da domani 1 gennaio 2020 l’applicazione di messaggistica istantanea non funzionerà più, come già successo qualche tempo fa con i vecchi Blackberry senza Android.

Come comportarsi nel caso in tasca si avesse ancora un modello Windows Phone perfettamente funzionante e non si avesse necessità di cambiarlo?

La risposta è presto detta: non è possibile cambiare sistema operativo né far funzionare forzatamente WhatsApp dato che con la morte del supporto, il dispositivo non sarà più in grado di connettersi ai server. In buona sostanza, sarà come se si perdesse la compatibilità. Purtroppo, non c’è via di ritorno.

Il primo passaggio è quello di salvare foto, video e documenti scaricati, collegando il dispositivo al computer e accedendovi come se fosse una memoria usb esterna. Il secondo è salvare le conversazioni (e gli stessi contenuti multimediali) su Onedrive dal percorso Impostazioni > Chat > Backup delle chat.

Si dovrà dunque passare a un software alternativo e la migliore scelta non può che ricadere su Telegram visto che continua il supporto anche all’abbandonato Os di Redmond, ha una buona percentuale di popolazione iscritta e servizi niente male (sicurezza, applicativo per desktop indipendente dal cellulare e altre funzioni).

Tuttavia, ci si dovrà mettere il cuore in pace perché la stessa Microsoft ha già alzato bandiera bianca con Windows Phone e Mobile suggerendo di passare a sistemi Android o iOs. È assai sconsigliabile continuare a utilizzare un cellulare connesso alla rete che non sia adeguatamente protetto via software da regolari aggiornamenti. Ci sono fior di modelli economici per chi non vuole spendere troppo, purtroppo è una via obbligata.

Vale peraltro la pena di ricordare che anche i vecchi modelli con iOs 8 (quello di iPhone 6) e Android versione 2.3.7 Gingerbread del 2010 saranno presto tagliati e anche per loro WhatsApp diventerà inutilizzabile. La data è quella del 1 febbraio 2020. Anche per questi modelli vale la stessa raccomandazione: se non si può più aggiornarli a versioni del sistema operativo più recente (e annesse patch di sicurezza), non è affatto uno spreco di soldi pensare in tempi rapidi a una soluzione – anche low cost – moderna e protetta.

A proposito di smartphone, ecco i migliori del 2019 secondo la redazione di Wired.it (e il re, scelto dai lettori) e del decennio 2010-2019.

 

The post WhatsApp, ultimo giorno su Windows Phone: che cosa fare? appeared first on Wired.