Angeli e demoni, in 26 verso il processo. Il sindaco Carletti resta indagato

0
129
Questo post è stato pubblicato qui

Sono 26 le persone raggiunte dall’avviso di fine indagine per l’inchiesta “Angeli e Demoni” sui presunti affidi illeciti nella Val d’Enza. Inchiesta che nella scorsa primavera fece scattare anche degli arresti. Sono 108 i capi d’imputazione che la procura di Reggio Emilia contesta nell’atto che solitamente precede la richiesta di rinvio a giudizio.

angeli e demoni chiusura indagini sindaco carletti resta indagato

Il procuratore della Repubblica di Reggio Emilia Marco Mescolini spiega che: “La massiccia attività istruttoria” ha permesso “non solo di confermare le ipotesi accusatorie già riconosciute dal gip in fase cautelare”, ma anche “di integrare il quadro probatorio in relazione a talune non riconosciute dal gip stesso in fase di emissione misura e anche di individuare nuove fattispecie”.

Ora gli indagati hanno 20 giorni per essere interrogati o produrre memorie, prima che i magistrati decidano se chiedere o meno il processo. Nel registro gli indagati rimane iscritto anche il sindaco di Bibbiano, comune al centro dell’inchiesta, Andrea Carletti, arrestato a fine giugno scorso.

Le indagini a suo carico riguardano il filone amministrativo dell’inchiesta per le accuse di abuso d’ufficio e falso ideologico. Proprio oggi la Corte di Cassazione ha chiarito che l’arresto del sindaco non era fondato.

In proposito il leader di Italia Viva va all’attacco su Facebook: “La Cassazione spiega che l’arresto del sindaco di Bibbiano era infondato. Ci sarà oggi qualche coraggioso grillino o leghista pronto a scusarsi per lo squallido sciacallaggio?”.

PROSEGUI LA LETTURA

Angeli e demoni, in 26 verso il processo. Il sindaco Carletti resta indagato é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:49 di Tuesday 14 January 2020