Roberto Saviano: “Il digiuno per Salvini è un atto ridicolo”

0
163
Questo post è stato pubblicato qui

L’ultima mossa della Lega, l’appello al digiuno in segno di protesta per il possibile processo a Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti, è stata derisa in modo più o meno omogeneo dall’opinione pubblica per una serie di motivi, dalla contraddizione tra l’invito alla protesta e l’appello di Salvini al farsi processare passando per la totale inutilità dell’iniziativa che, almeno nelle intenzione della macchina della propaganda leghista, dovrebbe contribuire a dipingere Salvini come una sorta di martire.

Quell’ex Ministro che per mesi e mesi si è fotografato con frequenza quasi quotidiana mentre ingerisce quantità spropositate di cibo e mentre passeggia tra lonze, salami e chi più ne ha più ne metta, digiunerà per un giorno perché molto probabilmente sarà presto sotto processo. E ha chiesto di fare lo stesso ai suoi sostenitori al grido di “sarà un processo a tutti gli italiani“.

E così, di fronte ad una situazione ridicola messa su un piatto d’argento dagli stessi leghisti, anche Roberto Saviano, da sempre grande detrattore di Salvini, ha voluto contribuire a sottolineare la disperazione di questa mossa:

Il #digiunopersalvini è un atto ridicolo. Marco Pannella usava la pratica nonviolenta dello sciopero della fame e della sete come risposta a un male collettivo. Il satyagraha è la disobbedienza civile di Gandhi, Mandela e Martin Luther King. Scelta drammatica non gioco privato.

Il commento di Saviano è arrivato via Twitter, dove ormai da ore è tra i Trend Topic l’hashtag #LaBestiaNONdigiuna, con migliaia di tweet in cui Matteo Salvini, la Lega e questa strategia improvvisata nel disperato tentativo di ottenere maggiori consensi in vista del voto di domenica vengono derisi senza esclusione di colpi.

PROSEGUI LA LETTURA

Roberto Saviano: “Il digiuno per Salvini è un atto ridicolo” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:45 di Tuesday 21 January 2020