Renault Captur, ora è connessa, ibrida e ancora più sicura

0
35
Questo post è stato pubblicato qui

La nuova linea di Renault Captur

Dopo un milione e seicentomila unità vendute dal 2013, Renault Captur si rinnova. Non solo nel design. Oltre alle nuove motorizzazioni –tra cui la versione hybrid plug-in e gpl– si evolve anche l’infotainmentcon l’introduzione del nuovo Easy Link. Infine, come Renault Clio, con cui condivide il pianale CMF-B, il piccolo suv Renault porta a bordo i nuovi sistemi di assistenza alla guida.

Design da suv

Nuovo Captur cresce in lunghezza di 11 centimetri toccando i 4 metri e 23. Indossa cerchi più grandi che toccano i 18 pollici e anche il passo si allunga arrivando a 2 metri e 63 cioè 2 cm in più della versione precedente. Dimensioni a parte, i fari 100% led e la nuova firma luminosa C-Shape adottata nel posteriore fanno di Renault Captur un’auto differente. Ma a definire il look da suv sono soprattutto la cintura di protezione nera che percorre tutta l’auto e le numerose nervature sottolineate dalla doppia colorazione della carrozzeria.

Un’auto connessa

All’interno i rivestimenti dei pannelli e della plancia si fanno soft. Le sedute diventano più snelle e avvolgenti regalando più spazio ai sedili posteriori. Oltre al cruscotto digitale da 7 a 12 pollici, a colpire è soprattuto la console del cambio sospesa e il nuovo display verticale di 9,3 pollici. Da qui, si comanda il sistema multimediale Easy Link con mappe TomTom e ricerca di indirizzi fornita da Google.

Un listino molto ampio

C’è l’imbarazzo della scelta. La gamma Captur conta 5 livelli di allestimento per 90 combinazioni differenti. In totale 8 motorizzazioni tra benzina, diesel, gpl e hybrid plug-in con potenze da 95 a 155 cavalli. Ampia possibilità anche nel cambio: manuale a 5 e 6 rapporti o automatico a 7 rapporti. Il listino parte da 17.700 euro per la versione benzina 1.0 TCe 100 Life fino ai 30.600 euro del top di gamma, il 1.5 Blue dCi 115CV EDC nell’allestimento Initiale Paris. Qui troviamo gli interni con rifiniture in pelle e tutti i sistemi di assistenza alla Guida Easy Driver installati per una guida autonoma di livello 2. 

La plancia del nuovo B-SUV Renault Captur
La plancia del nuovo B-SUV Renault Captur

Sicurezza Easy Driver ai massimi livelli

Cruise Control adattivo con stop&go, mantenimento della corsia, riconoscimento della segnaletica stradale, frenata d’emergenza attiva con riconoscimento di ciclisti e pedoni, telecamera a 360°: sono solo alcuni dei sistemi di assistenza alla guida che hanno permesso a Renault Captur di ottenere l’obiettivo massimo in fatto di sicurezza, le 5 stelle Euro Ncap.

The post Renault Captur, ora è connessa, ibrida e ancora più sicura appeared first on Wired.