Coronavirus, mascherine: boom di vendite. Quali sono consigliate?

0
189
Questo post è stato pubblicato qui

Genera sempre più paura il coronavirus cinese (2019-nCoV), il virus che ha infettato migliaia di persone e ne ha portato alla morte circa 170. In tutto il mondo, sempre più cittadini preoccupati per la propria salute acquistano mascherine per proteggersi dal rischio di contagio, ed anche l’Italia non è da meno. Da Roma a Milano, fino a Siracusa, sono tantissime le persone che si sono recate nelle farmacie per acquistare le mascherine contro i virus, ma siamo proprio certi che queste mascherine siano necessarie, o utili? E quali bisognerebbe scegliere esattamente?

Mascherine contro il coronavirus: quali scegliere?

Secondo gli esperti, allo stato attuale non è affatto necessario utilizzare le mascherine protettive, soprattutto dal momento che in Italia non è stato accertato nessun caso di contagio. Detto ciò, se doveste comunque scegliere di acquistare delle mascherine, dovrebbero essere dei prodotti adatti, che non lascino spazi aperti e che aderiscano bene al volto. Dovrebbero essere mascherine munite di filtri per l’aria. Gli esperti fanno inoltre sapere che le mascherine che vengono spesso vendute nelle farmacie non coprono un’altra potenziale via di trasmissione del virus, ovvero gli occhi.

Ad ogni modo, oltre all’utilizzo della mascherina, a scopo cautelativo è importante che si eviti di toccare il viso con le mani, bisognerebbe lavarsi le mani con acqua calda e sapone per almeno venti secondi, o se non avete a disposizione dell’acqua sarà utile usare dei disinfettanti per mani a base alcolica.

E sempre in tema di mascherine contro i virus, c’è chi ha notato che proprio le mascherine vendute in una farmacia di Roma sarebbero prodotte in Cina, e più esattamente a Wuhan, dove si è sviluppato il vero e proprio focolaio dell’epidemia. A renderlo noto è stato Il Tempo, che ha pubblicato la foto di un pacco di mascherine con tanto di dicitura “Wuhan, Hubei, China”.

Coronavirus: la situazione attuale

Mentre nel nostro Paese la popolazione va dunque a caccia di mascherine, nel resto del mondo i governi attuano delle misure preventive. La Russia avrebbe infatti chiuso i confini con la Cina, mentre in Giappone fanno sapere che tre dei 206 passeggeri evacuati da Wuhan sono risultati contaminati dal coronavirus.

Intanto la Cina annuncia che è pronta a riprendere la produzione delle mascherine protettive. I lavori dovrebbero riprendere a partire dal 3 Febbraio, come è stato riportato sul Giornale del Popolo, organo ufficiale del governo, dove si aggiunge che il progetto è quello di produrre 180 milioni di mascherine al giorno.

via | Il Tempo

Foto da Facebook

Coronavirus, mascherine: boom di vendite. Quali sono consigliate? pubblicato su Benessereblog.it 30 gennaio 2020 15:08.