Mazara del Vallo, picchiata in casa per tre giorni e uccisa. Arrestato il marito

0
142
Questo post è stato pubblicato qui

Tenuta segregata in casa per tre giorni dal marito e picchiata ripetutamente fino ad essere uccisa. È deceduta così la 54enne Rosalia Garofalo, trovata morta ieri sera nella sua abitazione di Mazara Del Vallo dalle autorità giunte sul posto dopo una segnalazione dei vicini di casa, che avevano udito le urla della donna.

I sospetti si sono subito concentrato sul marito della vittima, il 53enne Vincenzo Frasillo, portato in caserma ed interrogato per tutta la notte prima di essere trasferito nel carcere di Trapani.

Quella di Rosalia Garofalo, stando a quanto ricostruito nelle ultime ore, sembra essere l’ennesima morte che si sarebbe potuta evitare. Un femminicidio annunciato dalle denunce che la 54enne aveva presentato in almeno due occasioni, poi ritirate, proprio contro quel marito violento.

L’uomo, sempre secondo l’ultima ricostruzione degli inquirenti, avrebbe segregato in casa la moglie e l’avrebbe picchiata selvaggiamente per giorni fino ad ucciderla. Lo testimoniano le numerose ecchimosi rinvenute da una prima analisi su tutto il corpo della donna.

PROSEGUI LA LETTURA

Mazara del Vallo, picchiata in casa per tre giorni e uccisa. Arrestato il marito é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 16:37 di Thursday 30 January 2020