Verruche alle mani: cosa sono e come si curano

0
161
Questo post è stato pubblicato qui

Le verruche sono delle piccole protuberanze che crescono sulla pelle, soprattutto mani e pianta dei piedi, e sono causate dal virus dek papilloma umano. Sono molto contagiose e colpiscono soprattutto in giovane età, durante l’infanzia fino ai 15 anni. Purtroppo si prendono toccando superfici infette, ma non è tutto, perché possono anche diffondersi per autoinoculazione, ovvero le puoi passare (da solo) da una parte all’altra del corpo.

Le verruche che colpiscono le mani sono soprattutto le verruche piane, ovvero delle piccole papule che si diffondono rapidamente sul volto, nella zona della barba e sul dorso delle mani. Vengono asportate e medicate in modo da non lasciare cicatrici. I più colpiti sono i bambini.

A differenza di quelle dei piedi, quelle delle mani non sono dolorose, ma vanno eliminate perché sono molto contagiose. Inoltre, se fai un lavoro in cui maneggi alimenti, l’asportazione è obbligatoria per questioni sanitarie.

Come si trattano? Si possono aggredire con acidi, con il laser o con la tecnica della diatermocoagulazione o con l’azoto liquido, però tutti questi metodi provocano danni al tessuto sano e ugualmente si possono verificare delle recidive. Esiste poi un intervento ambulatoriale, noto come rimozione con il cucchiaio tagliente e serve per eliminare la sola verruca senza danneggiare il tessuto vicino.

Verruche alle mani: cosa sono e come si curano pubblicato su Benessereblog.it 31 gennaio 2020 10:49.