Sindrome di Brugada: aspettative di vita

0
543
Questo post è stato pubblicato qui

Avete mai sentito parlare di Sindrome di Brugada? E’ anche nota con di fibrillazione ventricolare idiopatica o di Sindrome della morte improvvisa notturna a causa sconosciuta. E’ una malattia ereditaria, a probabile meccanismo di trasmissione autosomico dominante. Si manifesta solitamente intorno ai 30-40 anni e sembra avere una prevalenza nei pazienti di sesso maschile. Probabilmente è una malattia sottodiagnosticata a causa del fatto che il ritmo elettrocardiografico anomalo è intermittente, non è sempre presente. Ma andiamo a vedere i sintomi e quali siano le aspettative di vita.

Sindrome di Brugada: sintomi

La Sindrome di Brugada (acronimo SB) si caratterizza è una forma di aritmia con:

  • sovraslivellamento del tratto ST (da V1 a V3)
  • blocco di branca destra completo o incompleto
  • tachiaritmia ventricolare
  • sincope
  • arresto cardiaco
  • morte improvvisa

La particolarità di questa aritmia è che non è contestuale a difetti del mioacardio. Le crisi di aritmia possono essere provocate da:

  • febbre
  • pasti troppo abbondanti
  • farmaci (antidepressivi e alcuni antiaritmici)

Sindrome di Brugada: prognosi

Come anticipavamo, spesso la Sindrome di Brugada provoca quadri di tachicardia che non si fermano da soli e, in questo caso, si possono avere morti improvvise. Gli episodi si manifestano di più di notte e non sono associati ad esercizio fisico. L’unica terapia esistente per ridurre il rischio di mortalità è il defibrillatore-cardioverter: serve a prevenire l’arresto cardiaco. E’ molto importante riuscire a fare diagnosi per monitorare i pazienti a rischio. La cosa, però, è resa complicata dal fatto che molti dei pazienti con Sindrome di Brugada sono asintomatici, quindi la diagnosi potrebbe essere tardiva a meno che il paziente non abbia manifestato una sincope o un arresto cardiaco e che, per tale motivo, sia stato sottoposto ad esami cardiologici tali da permettere ai medici di scoprire l’esistenza della patologia di base.

Per quanto riguarda la terapia medica, non esiste ancora una cura efficace anche se alcuni pazienti sono stati trattati con chinidina.

Foto | Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Sindrome di Brugada: aspettative di vita é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 09:00 di Saturday 01 February 2020