Facebook sta testando Hobbi, la sua app che sembra un clone di Pinterest

0
24
Questo post è stato pubblicato qui
Hobbi è la nuova applicazione testata da Facebook (foto: App Store)

Facebook non sembra accontentarsi del pool di applicazioni e piattaforme di cui è proprietaria, e ha presentato al pubblico un’applicazione per salvare e condividere foto di attività come fai da te, cucina, arte e interior design: il riferimento non può che andare a Pinterest, l’app che ha reso celebre questo tipo di attività social.

La nuova app di Facebook invece, chiamata Hobbi, secondo la sua descrizione sull’App Store avrebbe lo scopo di “aiutarti a documentare e ricordare le cose che ami fare”: è stata pubblicata senza grande clamore negli Stati Uniti e in pochi altri paesi – a conferma del trend che vuole la società di Menlo Park impegnata a sperimentare nuovi servizi che vanno oltre il suo marchio principale.

L’applicazione ha, in effetti, una struttura molto simile a quella di Pinterest: permette di organizzare le foto caricate in raccolte in modo da consentire agli utenti di tenere traccia dei loro progressi nel tempo. A differenza di Pinterest – che ha alle spalle molti più anni di esperienza nel campo – Hobbi per ora manca della componente di condivisione social ma permette la creazione in app di video riassuntivi dei progetti appena terminati.

Attualmente disponibile esclusivamente per iPhone, iPad e iPod con iOS 11.0 o successivo, l’applicazione è uno dei tanti progetti test che Facebook ha avviato. Hobbi è stato creato da un team di skunkworks – come si definiscono in gergo i gruppi di esperti lasciati agire da battitori liberi all’interno di un’organizzazione – di Facebook chiamato New Product Experimentation (Npe), che ha il compito di inventare nuovi servizi sociali e correlati per funzionare come app standalone o essere inseriti nei prodotti già consolidati dell’azienda.

Hobbi potrebbe essere un fallimento calcolati dall’Npe e potrebbe essere chiuso – senza troppe lacrime versate, dato che si tratta appunto di un test – nel caso si rivelasse un flop. Ma potrebbe anche andare bene: e a quel punto con ogni probabilità Mark Zuckerberg e soci estenderebbero gli sforzi e gli scopi d’uso della piattaforma.

Facebook per testare questo prodotto ha scelto i mercati di Colombia, Spagna, Belgio, Ucraina e ovviamente Stati Uniti, nella speranza che sondando il terreno e riscontrando un feedback positivo possa aumentare le forze dedicate allo sviluppo di Hobbi.

Pinterest, notando la comparsa di un potenziale rivale, ha affermato a The Information che la neonata di Facebook manca della “rilevabilità, ricerca e raccomandazioni” che invece ha Pinterest, e che in ogni caso quest’ultima rimane “focalizzata sulla costruzione di un motore di scoperta visiva” e non su una raccolta di progetti personali, la direzione che invece sembrerebbe aver preso Hobbi.

 

The post Facebook sta testando Hobbi, la sua app che sembra un clone di Pinterest appeared first on Wired.