Salvini: maggioranza si scanna, elezioni via maestra | Scontro Conte-Renzi: “Senatori responsabili” vero timore di IV

0
36
Questo post è stato pubblicato qui

Matteo Salvini commenta lo spettacolo offerto dal governo sui temi della giustizia richiamando le urne. In particolare il leader della Lega si riferisce alla riforma del processo penale, dopo il duro botta e risposta tra il premier Giuseppe Conte e Matteo Renzi sulla prescrizione. Il presidente del Consiglio ha chiesto un chiarimento all’alleato che è però recalcitrante.

“Noi ci occupiamo di problemi reali, di cantieri, di infrastrutture, di temi veri mentre da un mese la maggioranza si scanna sulla giustizia e sulla prescrizione” dice Salvini per poi aggiungere: “Una volta che abbiamo detto la nostra sulla giustizia non possiamo inseguirli tutti. Ora la gente capisce perché la Lega questa estate ha lasciato il governo e sette ministeri. Le elezioni continuano ad essere la via maestra”.

In materia di prescrizione Italia Viva ha votato due volte con le opposizioni negli ultimi giorni, manifestando poi platealmente la sua contrarietà al provvedimento non partecipando al CdM che ha licenziato il ddl di revisione del processo penale che contiene anche il lodo Conte bis (dal nome del parlamentare di LeU, Federico Conte) che blocca la prescrizione in caso di doppia condanna e non dopo il primo grado di giudizio, come previsto inizialmente dalla riforma Bonafede.

Renzi ha risposto al premier che in Italia Viva non ci sono sudditi ma alleati e che se vuole la crisi di governo è libero di farlo. Dopo il consiglio dei Ministri disertato dai suoi due esponenti, l’ex segretario dem non aveva escluso un ritorno alle urne.

Ma, considerando anche i sondaggi, sono soprattutto Italia Viva e M5S che nella maggioranza non avrebbero nessun interesse ad andare al voto invocato da Salvini. Il vero timore di Renzi sarebbe un altro: che si concretizzi il progetto di sterilizzare il potere di IV al Senato. Un piano che, secondo l’ex premier, Giuseppe Conte starebbe mettendo a punto cercando di formare un nuovo gruppo di senatori responsabili a Palazzo Madama contando su membri delle opposizioni (FI, UDC) stanchi dell’abbraccio di Lega e FdI.

A quel punto Renzi non avrebbe più il governo in pugno e la legislatura potrebbe essere portata a compimento. Forse.

PROSEGUI LA LETTURA

Salvini: maggioranza si scanna, elezioni via maestra | Scontro Conte-Renzi: “Senatori responsabili” vero timore di IV é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:07 di Friday 14 February 2020