Verso la Milano Digital Week: la cashless revolution in Italia

0
134
Questo post è stato pubblicato qui
Pagamenti digitali (Lego, Getty Images)
(foto: Lego, Getty Images)

La cashless revolution in Italia tarda ad arrivare: il paese è al 23esimo posto su 28 stati europei (dato 2019, pre-Brexit) per quanto riguarda i pagamenti digitali alternativi al caro vecchio contante. È quanto è emerso dal rapporto dedicato alla Cashless Society realizzato dal think-thank Ambrosetti. Dal punto di vista infrastrutturale l’Italia è pronta, ma i 40,7 pos ogni mille abitanti sono scarsamente utilizzati: tanti spunti da discutere alla prossima Milano Digital Week, che dedicherà parte del suo ampio programma al tema.

Se si amplia lo sguardo sul mercato globale, l’Italia resta nel gruppo delle 35 peggiori economie al mondo per intensità del contante, ovvero l’indice che calcola la percentuale di banconote in circolazione in rapporto al Pil: 11,8%, peggio di quasi un punto percentuale rispetto alla media dell’Eurozona che si attesta all’11%. Un divario che esiste anche all’interno del paese: in Lombardia la diffusione degli strumenti di pagamento digitale è di una volta e mezza superiore rispetto alla Calabria.

*

La terza edizione della Milano Digital Week, di cui Wired è media partner, si terrà tra 11 e 15 marzo 2020. Per maggiori informazioni su ospiti e programma potete consultare il sito ufficiale.

The post Verso la Milano Digital Week: la cashless revolution in Italia appeared first on Wired.